Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari di 5 Giorni & 4 Notti dal 11 al 15 Settembre 2020 da 650 €

Lourdes Partenza da Cagliari
Pacchetto Viaggio e Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari, di 5 Giorni 4 Notti dal 11 al 15 Settembre 2020 comprende Volo da Cagliari, Sistemazione in Hotel 3 Stelle in Pensione Completa vicino al Santuario Trasferimenti Pellegrinaggio Assistenza Tecnica ed Assicurazione da 650 € a persona in camera doppia

Pacchetto Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari

Categoria

Lourdes dalla Sardegna

Offerta

Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari 

Pacchetto Viaggio

Volo da Cagliari Hotel a Lourdes Trasferimenti Pellegrinaggi

Destinazione

 Lourdes 

Partenza da

Da Cagliari Elmas

Durata / Data

5 Giorni 4 Notti dal 11 al 15 Settembre 2020

Servizo Incluso

Accompagnatore dell'Agenzia + Guida Spirituale

Hotel / Trattamento

Hotel 3 Stelle in Pensione Completa incluso Bevande

Prezzo a persona

650 € + 20 € Iscrizione

 

Programma del Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari

1 GIORNO: CAGLIARI – LINATE – BERGAMO – LOURDES
Ritrovo Sig.ri Partecipanti in aeroporto in mattinata* e partenza per Milano Linate. Arrivo ed immediato proseguimento per l’aeroporto di Bergamo. Pranzo libero. Volo RYANAIR da Bergamo a Lourdes alle ore 15,15 con arrivo previsto per le ore 16,55. Trasferimento in hotel. Cena. Dopo cena inizio pellegrinaggio con il saluto alla Grotta e partecipazione alla Fiaccolata. Rientro in hotel per il pernottamento.

2° - 3° - 4° GIORNO: LOURDES
Soggiorno con trattamento di pensione completa a Lourdes ove nel 1858 la Vergine ha affidato ad una pastorella un messaggio per tutto il mondo. Giornate dedicate alla partecipazione alle funzioni religiose: S. Messa Internazionale, funzioni e Santa Messa alla Grotta, Via Crucis sulla collina che sovrasta il Santuario, Processione Eucaristica. Visita al Santuario ed ai ricordi di Santa Bernardetta. Visite con guida per 2 mezze giornate.

5° GIORNO: LOURDES – BORDEAUX – BERGAMO - CAGLIARI
Prima colazione in hotel. Ore 07,30 partenza per l’aeroporto di Bordeaux. Disbrigo formalità d’imbarco e partenza ore 12,30 per Bergamo. Arrivo ore 14,30 circa. Pranzo libero. Ore 17,40 proseguimento per Cagliari arrivo ore 19,30 circa, fine nostri servizi.

 

Il significato del Pellegrinaggio a Lourdes con i viaggi della fede
Nelle prime parole che Bernadette ascoltò dalla Vergine Maria: "Volete farmi la Grazia di venire qui" si trova la risposta alla domanda "perchè andare a Lourdes?". Alla Grotta di Massabielle tutti sono chiamati ad incontrare lo sguardo ed il sorriso di Maria, a pregare ad aprirsi alla comunione con Lei e tramite Lei con Gesù. Come a Bernadette, Maria ci dice: "Pregate per i peccatori, venite a lavarvi, a purificarvi, a riprendere una nuova vita." Il messaggio di Lourdes è sobrio, chiaro, ed è stato trasmesso in modo particolarmente energico, puro e trasparente dall'anima limpida e coraggiosa di Santa Bernadette che per prima ha risposto SI alla chiamata dell'Immacolata. La Madonna ci chiama tutti a Lourdes per proporre a ciascuno questo stesso cammino di Santità: Maria vuole portare a compimento anche nel nostro cuore la stessa chiamata fatta a Bernadette.
Lourdes
Lourdes in occitano Lorda, è un comune francese di 15.491 abitanti, situato nel dipartimento degli Alti Pirenei, nella regione del Midi-Pirenei.
Nel 1858 il comune di Lourdes assunse grande notorietà, in Francia e all'estero, a seguito delle apparizioni mariane di cui sarebbe stata spettatrice la giovane contadina Bernadette Soubirous, poi canonizzata. Nei decenni successivi la città divenne una delle più importanti mete di pellegrinaggi e turismo religioso ed oggi accoglie circa sei milioni di visitatori ogni anno provenienti da ogni angolo del mondo. Tale flusso ha convertito Lourdes nel secondo centro turistico di Francia, dopo Parigi, e nel terzo polo internazionale del cattolicesimo. Nel 2011 la città è divenuta anche la seconda località con più capienza alberghiera di Francia, sempre dopo Parigi.
La Chiesa e le apparizioni mariane ( Lourdes )
In generale, le apparizioni mariane sono considerate dalla Chiesa cattolica come rivelazioni private, ed esse non aggiungono nulla di nuovo e di diverso alla fede rivelata che deve essere considerata piena e completa in Cristo[4] ad opera degli apostoli. La Chiesa può dare un riconoscimento formale (che per le apparizioni di Lourdes fu dato nel 1862), a condizione che esse non contengano nulla di contrario, e nemmeno di ambiguo e di dubbio, riguardo alla fede rivelata. Tuttavia, riconosciute come tali dopo un prudente giudizio, coloro che le hanno ricevute direttamente debbono senza alcun dubbio inchinarsi con rispetto dinanzi ad esse. I teologi discutono se questa adesione debba essere in essi un atto di fede divina; l'opinione affermativa sembra più accettabile.
Il santuario ( Lourdes )
La spianata di fronte alla basilica di N.S. del Rosario
Per approfondire, vedi Santuario di Nostra Signora di Lourdes. Sono tre le basiliche principali del santuario di Lourdes; in ordine di data di costruzione e con capienza crescente vi sono: la basilica dell'Immacolata Concezione, la basilica di Nostra Signora del Rosario, posta sotto alla precedente, e la basilica di San Pio X (detta anche basilica sotterranea). La facciata della Basilica del rosario presenta dei mosaici di Marko Ivan Rupnik e del Centro Aletti, raffiguranti i Misteri della Luce. Inaugurati l'8 dicembre 2007, sono stati dedicati a Giovanni Paolo II in occasione dell'apertura del Giubileo per il 150º anniversario delle apparizioni.
Oltre alle tre basiliche, al di là del fiume, davanti alla grotta c'è la tenda e cappella dell'adorazione. La tenda è situata nel fondo della prateria. La cappella situata nella prateria, sul lato sinistro della chiesa di Santa Bernadette, ha una capienza di 130 persone circa. Il santuario di Lourdes è particolarmente associato alla speranza di ottenere guarigioni miracolose, ed è pertanto meta di un grande numero di fedeli infermi. In Italia vi sono varie associazioni di volontari, l'UNITALSI, l'OFTAL, l'A.M.A.M.I. (Associazione mariana assistenza malati d'Italia) e lo SMOM (Sovrano militare Ordine Di Malta), che organizzano il trasporto e l'assistenza degli ammalati a bordo di treni e aerei convenientemente attrezzati. Dal 1958 si svolge annualmente il Pellegrinaggio militare internazionale, che riunisce migliaia di fedeli che lavorano in "divisa" al servizio degli altri.
Processione pomeridiana degli ammalati intorno al Santuario
Secondo i credenti, per invocare la guarigione è particolarmente efficace il rito dell'immersione nelle piscine, appositamente realizzate, riempite con l'acqua che sgorga dalla sorgente presso la grotta delle apparizioni. La stessa sorgente alimenta anche le fontane, dalle quali i pellegrini bevono l'"acqua di Lourdes", riempiendone bottiglie e taniche da portare a casa. Dal 1905 è in funzione presso il santuario il Bureau médical (ufficio medico), che raccoglie le segnalazioni di presunte guarigioni miracolose, per valutarne, attraverso successivi e accurati accertamenti, esclusivamente l'aspetto medico. Solo alla fine dell'iter medico-legale, che può durare anche anni, eventualmente e per alcuni casi, il Bureau trasmetterà il dossier al vescovo competente, per la successiva fase della valutazione canonica, che potrebbe portare (ove ce ne siano le condizioni) alla dichiarazione formale di guarigione miracolosa. A tutto il 2014 solo 69 casi di guarigione non altrimenti spiegabili sono stati riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa cattolica come «miracolosi», il più recente dei quali nel 1989. Riguardo alle guarigioni miracolose ebbe a dire Anatole France: «Vedo tante stampelle, ma nessuna gamba di legno», riferendosi agli ex voto lasciati dai pellegrini. Émile Zola fu altresì testimone delle guarigioni di Marie Lebranchu e Marie Lemarchand, due dei miracoli poi riconosciuti ufficialmente, casi che il dottor Boissarie, a capo del Bureau médical, presentò allo scrittore. Tuttavia Zola scrisse poi un libro scettico su Lourdes, nel quale tra gli altri fece riferimento, con altro nome, ai casi della due donne, facendole però morire nel racconto. La distorsione degli eventi fu denunciata pubblicamente da Boissarie. Secondo la Chiesa, i miracoli e le guarigioni sono segni della provvidenza divina, funzionali alla conversione e alla fede, e non alla semplice risoluzione di problemi di salute.
Attività Religiose a Lourdes
PROCESSIONE MARIANA (Da marzo ad ottobre tutti i giorni alle ore 21.00) La processione della sera dura circa un’ora e mezza, parte dalla Grotta e termina sull’Esplanade della Basilica Notre-Dame du Rosaire. Ciascuno è invitato a portare un cero per ricordare il proprio battesimo. Al termine della processione i sacerdoti e i vescovi daranno la benedizione.
ULTIMA MESSA DELLA GIORNATA ALLA GROTTA (Da marzo ad ottobre tutti i giorni alle ore 23.00) L’ultima messa della giornata è celebrata alla Santa Grotta mettendo particolarmente in risalto tutte le intenzioni formulate o inviate in quel giorno. Secondo l’opportunità, si potrà utilizzare per la celebrazione diverse lingue.
PROCESSIONE EUCARISTICA (Da aprile ad ottobre tutti i giorni alle ore 17.00) Parte dal grande Podium della prateria e arriva alla Basilica di San Pio X. Dura circa un’ora. Nei giorni di pioggia o di gran calore, tutta la celebrazione si svolge dentro la Basilica stessa.
MESSA INTERNAZIONALE (Da aprile ad ottobre tutti i mercoledi e le domeniche alle ore 9.30) Dura circa un’ora e 45 e si svolge nella Basilica San Pio X.
MESSA IN ITALIANO (Tutti i giorni, generalmente alle 10.00) Nella cripta tutti i giorni per i pellegrini italiani.
SANTO ROSARIO (Tutti i giorni dell’anno alle ore 15.30) Si svolge alla Grotta da aprile ad ottobre e alla Cripta da novembre a marzo e viene trasmesso per radio su 90.6.. Dopo la recita, presentandosi alla sacrestia delle Grotta, possibilità della benedizione dei bambini e delle famiglie.
VIA CRUCIS (Tutti i giorni in vari orari) Si svolge sulla montagna nell’immediata prossimità del Santuario, la Via Crucis delle Spelonche (Espélugues) è una vera opera d'arte che si snoda lungo i suoi 1.500 metri, 15 stazioni decorate di 115 personaggi in ghisa di ferro patinato. Per i malati, la Via Crucis, si svolge nella Prateria.
ADORAZIONE (Tutti i giorni in vari orari) E’ il tempo di silenzio davanti al Santissimo Sacramento, l’Ostia consacrata, durante il quale i credenti adorano la presenza reale di Cristo. Si può fare nel Santuario, nella grande tenda che si trova nella prateria, nella Cappella apposita a fianco della chiesa di Santa Bernardetta, e durante la processione eucaristica.
BAGNO ALLE PISCINE (Tutti i giorni 9.00-11.00 / 14.30-16,00, domenica chiuso al mattino) Le piscine del Santuario sono semplici vasche dove i pellegrini si immergono rispondendo all’invito della Madonna: “Andate a bere alla sorgente e lavatevi”. Le piscine sono alimentate dalla stessa acqua che sgorga dalla sorgente della Grotta. Non è richiesto nessun costume da bagno particolare: vi sarà fornito l’occorrente per preservare la vostra intimità.
CONFESSIONI (Tutti i giorni) Tutti i giorni nelle lingue usuali del Santuario e si svolgono nella Cappella della Riconciliazione posta vicino alla statua dell’Incoronata.
ACCESSO AL SANTUARIO (Sempre, giorno e notte) Le grandi porte del Santuario si aprono alle 5.30, ma è sempre possibile entrarvi 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno, attraverso un piccolo passaggio situato di fronte alla Casa dei Cappellani. Un breve sentiero a tornanti scende fino alla Grotta.

Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari di 5 Giorni & 4 Notti dal 23 al 27 Agosto 2020 da 710 €

Lourdes Partenza da Cagliari
Pacchetto Viaggio e Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari, di 5 Giorni 4 Notti dal 23 al 27 Agosto 2020 comprende Volo diretto da Cagliari per Barcelona - El Prat in andata e volo da Tolosa a Cagliari in rientro , Sistemazione in Hotel 3 Stelle in Pensione Completa vicino al Santuario Trasferimenti Pellegrinaggio Assistenza Tecnica ed Assicurazione da 710 € a persona in camera doppia

Pacchetto Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari

Categoria

Lourdes dalla Sardegna

Offerta

Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari 

Pacchetto Viaggio

Volo da Cagliari Hotel a Lourdes Trasferimenti Pellegrinaggi

Destinazione

Barcellona Lourdes Tolosa

Partenza da

Da Cagliari Elmas

Durata / Data

5 Giorni 4 Notti dal 23 al 27 Agosto 2020

Servizo Incluso

Accompagnatore dell'Agenzia + Guida Spirituale

Hotel / Trattamento

Hotel 3 Stelle in Pensione Completa incluso Bevande

Prezzo a persona

710 € + 20 € Iscrizione

 

Programma del Pellegrinaggio a Lourdes da Cagliari

1° GIORNO: CAGLIARI – BARCELLONA
Ritrovo Signori Partecipanti in aeroporto alle ore 11,30. Disbrigo formalità d’imbarco e partenza ore 13,30 per Barcellona. Arrivo ore 15,00 circa, sistemazione in bus e partenza per la Francia. In serata arrivo a Perpignan. Antica capitale continentale del Regno di Maiorca, conserva un centro storico caratterizzato da un’architettura armoniosa. Passeggiata con l’accompagnatrice, in funzione dell’orario d’arrivo si farà prima o dopo cena, per ammirare il centro storico di questa antica città catalana. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

2° GIORNO: PERPIGNAN – LOURDES
Dopo la prima colazione, ore 08,00 circa partenza per Lourdes. Arrivo tarda mattinata, pensione completa. Pomeriggio inizio visite con il saluto alla Grotta delle apparizioni, la sera partecipazione alla Fiaccolata.

3° - 4° GIORNO: LOURDES
Soggiorno con trattamento di pensione completa a Lourdes ove nel 1858 la Vergine ha affidato ad una pastorella un messaggio per tutto il mondo. Giornate dedicate alla partecipazione alle funzioni religiose: S. Messa Internazionale, funzioni e Santa Messa alla Grotta, Via Crucis sulla collina che sovrasta il Santuario, Processione Eucaristica. Visita al Santuario ed ai ricordi di Santa Bernardetta. Visite con guida per 2 mezze giornate.

5° GIORNO: LOURDES – TOLOSA – CAGLIARI
Prima colazione in hotel. Saluto alla Grotta, tarda mattinata – ore 10,30 – partenza per Tolosa. Pranzo in ristorante e trasferimento in aeroporto. Disbrigo formalità d’imbarco e partenza alle ore 16,40 per Cagliari, arrivo ore 18,30 circa, fine del viaggio e dei nostri servizi.

 

Operativo voli: Cagliari-Barcellona / Tolosa -Cagliari

 

Data

Aeroporto di partenza

Orari di Partenza

Aeroporto di arrivo

Orari di Arrivo

23 Agosto

Cagliari Elmas

13:30

Barcellona El Prat

15:00

27 Agosto

Tolosa

16:40

Cagliari Elmas

18:30

 

Il significato del Pellegrinaggio a Lourdes con i viaggi della fede
Nelle prime parole che Bernadette ascoltò dalla Vergine Maria: "Volete farmi la Grazia di venire qui" si trova la risposta alla domanda "perchè andare a Lourdes?". Alla Grotta di Massabielle tutti sono chiamati ad incontrare lo sguardo ed il sorriso di Maria, a pregare ad aprirsi alla comunione con Lei e tramite Lei con Gesù. Come a Bernadette, Maria ci dice: "Pregate per i peccatori, venite a lavarvi, a purificarvi, a riprendere una nuova vita." Il messaggio di Lourdes è sobrio, chiaro, ed è stato trasmesso in modo particolarmente energico, puro e trasparente dall'anima limpida e coraggiosa di Santa Bernadette che per prima ha risposto SI alla chiamata dell'Immacolata. La Madonna ci chiama tutti a Lourdes per proporre a ciascuno questo stesso cammino di Santità: Maria vuole portare a compimento anche nel nostro cuore la stessa chiamata fatta a Bernadette.
Lourdes
Lourdes in occitano Lorda, è un comune francese di 15.491 abitanti, situato nel dipartimento degli Alti Pirenei, nella regione del Midi-Pirenei.
Nel 1858 il comune di Lourdes assunse grande notorietà, in Francia e all'estero, a seguito delle apparizioni mariane di cui sarebbe stata spettatrice la giovane contadina Bernadette Soubirous, poi canonizzata. Nei decenni successivi la città divenne una delle più importanti mete di pellegrinaggi e turismo religioso ed oggi accoglie circa sei milioni di visitatori ogni anno provenienti da ogni angolo del mondo. Tale flusso ha convertito Lourdes nel secondo centro turistico di Francia, dopo Parigi, e nel terzo polo internazionale del cattolicesimo. Nel 2011 la città è divenuta anche la seconda località con più capienza alberghiera di Francia, sempre dopo Parigi.
La Chiesa e le apparizioni mariane ( Lourdes )
In generale, le apparizioni mariane sono considerate dalla Chiesa cattolica come rivelazioni private, ed esse non aggiungono nulla di nuovo e di diverso alla fede rivelata che deve essere considerata piena e completa in Cristo[4] ad opera degli apostoli. La Chiesa può dare un riconoscimento formale (che per le apparizioni di Lourdes fu dato nel 1862), a condizione che esse non contengano nulla di contrario, e nemmeno di ambiguo e di dubbio, riguardo alla fede rivelata. Tuttavia, riconosciute come tali dopo un prudente giudizio, coloro che le hanno ricevute direttamente debbono senza alcun dubbio inchinarsi con rispetto dinanzi ad esse. I teologi discutono se questa adesione debba essere in essi un atto di fede divina; l'opinione affermativa sembra più accettabile.
Il santuario ( Lourdes )
La spianata di fronte alla basilica di N.S. del Rosario
Per approfondire, vedi Santuario di Nostra Signora di Lourdes. Sono tre le basiliche principali del santuario di Lourdes; in ordine di data di costruzione e con capienza crescente vi sono: la basilica dell'Immacolata Concezione, la basilica di Nostra Signora del Rosario, posta sotto alla precedente, e la basilica di San Pio X (detta anche basilica sotterranea). La facciata della Basilica del rosario presenta dei mosaici di Marko Ivan Rupnik e del Centro Aletti, raffiguranti i Misteri della Luce. Inaugurati l'8 dicembre 2007, sono stati dedicati a Giovanni Paolo II in occasione dell'apertura del Giubileo per il 150º anniversario delle apparizioni.
Oltre alle tre basiliche, al di là del fiume, davanti alla grotta c'è la tenda e cappella dell'adorazione. La tenda è situata nel fondo della prateria. La cappella situata nella prateria, sul lato sinistro della chiesa di Santa Bernadette, ha una capienza di 130 persone circa. Il santuario di Lourdes è particolarmente associato alla speranza di ottenere guarigioni miracolose, ed è pertanto meta di un grande numero di fedeli infermi. In Italia vi sono varie associazioni di volontari, l'UNITALSI, l'OFTAL, l'A.M.A.M.I. (Associazione mariana assistenza malati d'Italia) e lo SMOM (Sovrano militare Ordine Di Malta), che organizzano il trasporto e l'assistenza degli ammalati a bordo di treni e aerei convenientemente attrezzati. Dal 1958 si svolge annualmente il Pellegrinaggio militare internazionale, che riunisce migliaia di fedeli che lavorano in "divisa" al servizio degli altri.
Processione pomeridiana degli ammalati intorno al Santuario
Secondo i credenti, per invocare la guarigione è particolarmente efficace il rito dell'immersione nelle piscine, appositamente realizzate, riempite con l'acqua che sgorga dalla sorgente presso la grotta delle apparizioni. La stessa sorgente alimenta anche le fontane, dalle quali i pellegrini bevono l'"acqua di Lourdes", riempiendone bottiglie e taniche da portare a casa. Dal 1905 è in funzione presso il santuario il Bureau médical (ufficio medico), che raccoglie le segnalazioni di presunte guarigioni miracolose, per valutarne, attraverso successivi e accurati accertamenti, esclusivamente l'aspetto medico. Solo alla fine dell'iter medico-legale, che può durare anche anni, eventualmente e per alcuni casi, il Bureau trasmetterà il dossier al vescovo competente, per la successiva fase della valutazione canonica, che potrebbe portare (ove ce ne siano le condizioni) alla dichiarazione formale di guarigione miracolosa. A tutto il 2014 solo 69 casi di guarigione non altrimenti spiegabili sono stati riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa cattolica come «miracolosi», il più recente dei quali nel 1989. Riguardo alle guarigioni miracolose ebbe a dire Anatole France: «Vedo tante stampelle, ma nessuna gamba di legno», riferendosi agli ex voto lasciati dai pellegrini. Émile Zola fu altresì testimone delle guarigioni di Marie Lebranchu e Marie Lemarchand, due dei miracoli poi riconosciuti ufficialmente, casi che il dottor Boissarie, a capo del Bureau médical, presentò allo scrittore. Tuttavia Zola scrisse poi un libro scettico su Lourdes, nel quale tra gli altri fece riferimento, con altro nome, ai casi della due donne, facendole però morire nel racconto. La distorsione degli eventi fu denunciata pubblicamente da Boissarie. Secondo la Chiesa, i miracoli e le guarigioni sono segni della provvidenza divina, funzionali alla conversione e alla fede, e non alla semplice risoluzione di problemi di salute.
Attività Religiose a Lourdes
PROCESSIONE MARIANA (Da marzo ad ottobre tutti i giorni alle ore 21.00) La processione della sera dura circa un’ora e mezza, parte dalla Grotta e termina sull’Esplanade della Basilica Notre-Dame du Rosaire. Ciascuno è invitato a portare un cero per ricordare il proprio battesimo. Al termine della processione i sacerdoti e i vescovi daranno la benedizione.
ULTIMA MESSA DELLA GIORNATA ALLA GROTTA (Da marzo ad ottobre tutti i giorni alle ore 23.00) L’ultima messa della giornata è celebrata alla Santa Grotta mettendo particolarmente in risalto tutte le intenzioni formulate o inviate in quel giorno. Secondo l’opportunità, si potrà utilizzare per la celebrazione diverse lingue.
PROCESSIONE EUCARISTICA (Da aprile ad ottobre tutti i giorni alle ore 17.00) Parte dal grande Podium della prateria e arriva alla Basilica di San Pio X. Dura circa un’ora. Nei giorni di pioggia o di gran calore, tutta la celebrazione si svolge dentro la Basilica stessa.
MESSA INTERNAZIONALE (Da aprile ad ottobre tutti i mercoledi e le domeniche alle ore 9.30) Dura circa un’ora e 45 e si svolge nella Basilica San Pio X.
MESSA IN ITALIANO (Tutti i giorni, generalmente alle 10.00) Nella cripta tutti i giorni per i pellegrini italiani.
SANTO ROSARIO (Tutti i giorni dell’anno alle ore 15.30) Si svolge alla Grotta da aprile ad ottobre e alla Cripta da novembre a marzo e viene trasmesso per radio su 90.6.. Dopo la recita, presentandosi alla sacrestia delle Grotta, possibilità della benedizione dei bambini e delle famiglie.
VIA CRUCIS (Tutti i giorni in vari orari) Si svolge sulla montagna nell’immediata prossimità del Santuario, la Via Crucis delle Spelonche (Espélugues) è una vera opera d'arte che si snoda lungo i suoi 1.500 metri, 15 stazioni decorate di 115 personaggi in ghisa di ferro patinato. Per i malati, la Via Crucis, si svolge nella Prateria.
ADORAZIONE (Tutti i giorni in vari orari) E’ il tempo di silenzio davanti al Santissimo Sacramento, l’Ostia consacrata, durante il quale i credenti adorano la presenza reale di Cristo. Si può fare nel Santuario, nella grande tenda che si trova nella prateria, nella Cappella apposita a fianco della chiesa di Santa Bernardetta, e durante la processione eucaristica.
BAGNO ALLE PISCINE (Tutti i giorni 9.00-11.00 / 14.30-16,00, domenica chiuso al mattino) Le piscine del Santuario sono semplici vasche dove i pellegrini si immergono rispondendo all’invito della Madonna: “Andate a bere alla sorgente e lavatevi”. Le piscine sono alimentate dalla stessa acqua che sgorga dalla sorgente della Grotta. Non è richiesto nessun costume da bagno particolare: vi sarà fornito l’occorrente per preservare la vostra intimità.
CONFESSIONI (Tutti i giorni) Tutti i giorni nelle lingue usuali del Santuario e si svolgono nella Cappella della Riconciliazione posta vicino alla statua dell’Incoronata.
ACCESSO AL SANTUARIO (Sempre, giorno e notte) Le grandi porte del Santuario si aprono alle 5.30, ma è sempre possibile entrarvi 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno, attraverso un piccolo passaggio situato di fronte alla Casa dei Cappellani. Un breve sentiero a tornanti scende fino alla Grotta.

Pellegrinaggio

MiniTour Il Perdono di San Francesco con  Cascia Assisi Orvieto,Santa Maria degli Angeli,Narni, Roccaporena,Greccio,Fonte Colombo e Tivoli dalla Sardegna
Pellegrinaggi a Cascia Assisi Orvieto e Santa Maria degli Angeli partenza da Cagliari. Viaggio religioso di 4 Giorni e 3 Notti dal 01 al 04 Ottobre 2019. Pacchetto viaggio & pellegrinaggio comprende volo da Cagliari per Roma Fiumicino Sistemazione in Hotel 3* in Pensione Completa con bevande incluse Trasferimenti Visite Guidate a Cascia Assisi Santa Maria degli Angeli Roccaporena ed Orvieto Assistenza ed Assicurazione da 595 € a persona in camera doppia

 

 

Pacchetto Pellegrinaggio L'Anniversario di Santa Rita a Cascia  da Cagliari

Categoria

Pellegrinaggi a Cascia dalla Sardegna

Offerta

L'Anniversario di Santa Rita dalla Sardegna 

Pacchetto Viaggio

Volo di Linea /Trasferimenti /Pellegrinaggio/ Assistenza/ Visite

Destinazione

Cascia

Aeroporto di Partenza

Da Cagliari 

Durata / Data

4 Giorni e 3 Notti dal 20 al 23 Maggio 2020

Servizi Inclusi

Guida Turistica / Asisstenza  

Prezzo a Persona

595 € + 20 € Iscrizione

Programma del Pellegrinaggio a Cascia per L'Anniversario di Santa Rita da Cagliari


Operativo voli Alitalia: Cagliari / Roma / Cagliari

Data

Aeroporto di partenza

Orari di Partenza

Aeroporto di arrivo

Orari di Arrivo

20 Maggio

Cagliari Elmas

:

Roma Fiumicino

:

23 Maggio

Roma Fiumicino

:

Cagliari Elmas

:

 

La Storia di San Francesco d'Assisi
San Francesco d'Assisi nacque ad Assisi nel 1182 ca. e morì nel 1226. Giovanni Francesco Bernardone, figlio di un ricco mercante di stoffe, istruito in latino, in francese, e nella lingua e letteratura provenzale, condusse da giovane una vita spensierata e mondana; partecipò alla guerra tra Assisi e Perugia, e venne tenuto prigioniero per più di un anno, durante il quale patì per una grave malattia che lo avrebbe indotto a mutare radicalmente lo stile di vita: tornato ad Assisi nel 1205, Francesco si dedicò infatti a opere di carità tra i lebbrosi e cominciò a impegnarsi nel restauro di edifici di culto in rovina, dopo aver avuto una visione di san Damiano d'Assisi che gli ordinava di restaurare la chiesa a lui dedicata.
Il padre di Francesco, adirato per i mutamenti nella personalità del figlio e per le sue cospicue offerte, lo diseredò; Francesco si spogliò allora dei suoi ricchi abiti dinanzi al vescovo di Assisi, eletto da Francesco arbitro della loro controversia. Dedicò i tre anni seguenti alla cura dei poveri e dei lebbrosi nei boschi del monte Subasio. Nella cappella di Santa Maria degli Angeli, nel 1208, un giorno, durante la Messa, ricevette l'invito a uscire nel mondo e, secondo il testo del Vangelo di Matteo (10:5-14), a privarsi di tutto per fare del bene ovunque.
Tornato ad Assisi l'anno stesso, Francesco iniziò la sua predicazione, raggruppando intorno a sé dodici seguaci che divennero i primi confratelli del suo ordine (poi denominato primo ordine) ed elessero Francesco loro superiore, scegliendo la loro prima sede nella chiesetta della Porziuncola. Nel 1210 l'ordine venne riconosciuto da papa Innocenzo III; nel 1212 anche Chiara d'Assisi prese l'abito monastico, istituendo il secondo ordine francescano, detto delle clarisse. Intorno al 1212, dopo aver predicato in varie regioni italiane, Francesco partì per la Terra Santa, ma un naufragio lo costrinse a tornare, e altri problemi gli impedirono di diffondere la sua opera missionaria in Spagna, dove intendeva fare proseliti tra i mori.

Il Duomo di Orvieto
Meraviglia dell’arte gotica italiana, il Duomo di Orvieto rivela una straordinaria armoniosità nonostante vi abbiano lavorato 20 artisti diversi per più di 3 secoli. La costruzione, iniziata nel 1290 per dare al Corporale del Miracolo di Bolsena un posto dove essere venerato, proseguì fino alla seconda metà del 1500. Gli interventi più significativi furono di Arnolfo di Cambio, Lorenzo Maitani e l’Orcagna. Partendo dal basso si ammirano i bassorilievi con Storie del Vecchio e Nuovo Testamento e il Giudizio finale. Al centro c’è il magnifico rosone e tutto intorno i mosaici, che nonostante siano molto belli, hanno ben poco di quelli originali. L’interno contiene due cappelle fondamentali per la religione e l’arte: la Cappella del Corporale e quella di San Brizio (Vedi punto 2). Il corporale della cappella è quello del Miracolo di Bolsena, macchiato dal sangue uscito da un’ostia nel 1263. Un evento fondamentale per la chiesa cattolica che fece costruire il Duomo per ospitare la reliquia e che da allora ogni 11 agosto festeggia il Corpus Domini. Il corporale e l’ostia sono conservati in un reliquario di oro, argento e smalto vero capolavoro dell’oreficeria medievale.

Il Cammino di Santiago dalla Sardegna con Volo diretto da Cagliari ed Olbia Pellegrinaggi di 8 Giorni da Maggio a Settembre 2020 da 965 €


Il Cammino di Santiago dalla Sardegna

Offerta Viaggi per Il Cammino di Santiago Partenza da Cagliari ed Olbia. Pellegrinaggi di 8 Giorni 7 Notti da Maggio a Settembre 2020. Pacchetto viaggio religioso comprende Volo da Cagliari ed Olbia per Madrid Alloggio in Hotel 4 Stelle nei punti di partenza delle tappe con trattamento di Mezza Pensione Assistenza Telefonica 24/24 ed Assicurazione da 965 € a persona in camera doppia



Il Cammino di Santiago dalla Sardegna

 

Pacchetto Pellegrinaggio Il Cammino di Santiago dalla Sardegna

Categoria

Il Cammino di Santiago dalla Sardegna

Offerta

Il Cammino di Santiago Partenza da Cagliari / Olbia

Pacchetto Viaggio

Volo dalla Sardegna Pellegrinaggi Tour Visite Hotel

Destinazione

Santiago De Compostela Sarria Portomarin Palas De Rei Arzua

Aeroporto di Partenza

Da Cagliari / Olbia

Durata / Data

8 Giorni / 7 Notti Da Maggio a Settembre 2020

Hotel / Trattamento

Hotel 4 Stelle in Mezza Pensione

Servizio Incluso

Assistenza telefonica 24/24

Prezzo a persona

965 *  € + 35 € Iscrizione + 95 € Tasse Aeroportuali

(*) Tariffa a Disponibilità Limitata, Al termine dei posti volo con tariffa speciale saranno richiesti dei supplementi Voli.

Programma di Viaggio Il Cammino di Santiago dalla Sardegna

1° Giorno: CAGLIARI / OLBIA - MADRID
Partenza individuale dall’aeroporto prescelto con volo diretto per Madrid. Trasferimento privato in hotel a Madrid. Incontro con la guida alle ore 20:30. Cena e pernottamento. (Agumar 4* o similare).

2° Giorno: MADRID - COVARRUBIAS - BURGOS
Prima colazione. Partenza per Covarrubias, per una breve passeggiata, immersi nella tradizionale architettura della Castiglia, tra viali porticati e case con struttura in legno. Proseguo per Burgos, nel pomeriggio visita guidata del borgo medievale e della sua spettacolare Cattedrale, forse il miglior edificio Gotico della Spagna. Cena e pernottamento in hotel. (Puerta de Burgos 4* o similare).

3° Giorno: BURGOS - FROMISTA - SHAGUN (*) - LEON
Prima colazione. Partenza per Fromista e visita di una delle più belle chiese romaniche previste in tour. Si prosegue fino a Sahagun, paese caratteristico della Castiglia che attraverseremo a piedi: un buon esempio di cittadina cresciuta grazie al passaggio dei pellegrini sul “Cammino” secolo dopo secolo. Proseguimento per Leon. Nel pomeriggio, visita guidata della città inclusa la Cattedrale Gotica, con le due alte torri ricoperte di bellissime sculture e le meravigliose vetrate colorate tipiche dello stile. Successivamente si visiterà San Isidoro (XII secolo), capolavoro del primo periodo romanico. Lungo il tour, si potranno ammirare altri luoghi di interesse, come la Casa Botines di Gaudi e l’Hostal San Marcos. Cena e pernottamento. (Eurostar Leon o Conde de Luna 4* o similare).

4° Giorno: LEON- ASTORGA- CASTRILLO POLVAZARES - CRUZ DE FERRO (*) -O’CEBREIRO-LUGO
Prima colazione. Partenza per Astorga, breve visita dall’esterno del Palazzo Vescovile, costruito da Gaudi geniale architetto modernista, e dell’adiacente Cattedrale (XI al XVII). Proseguo per Castrillo de Polvazares, piccolo villaggio che conserva bene la sua preziosa architettura popolare. Continuazione per Foncebadon, da dove ci sarà la possibilità di andare a piedi fino alla Cruz de Ferro (2,5 km, 45 minuti), dove, seguendo l’antica tradizione dei pellegrini, potremo lanciare una piccola pietra portata dal nostro paese, sulla collina di sassi che si è formata nel tempo alla base della croce. Si continua in bus per Molinaseca. Tempo libero in questo caratteristico paese per poi proseguire fino a O’Cebreiro, dove è ancora possibile vedere delle case di epoca celtica e pre-romaniche, dove gli animali e le persone dormivano insieme per riscaldarsi e dove si trova un ospedale per i pellegrini che, durante il medioevo, fu rifugio dalla neve e dai lupi. Arrivo a Lugo, cena e pernottamento in hotel. (Grand Hotel Lugo 4* o similare)

5° Giorno: LUGO - PORTOMARIN (*) - MELIDE - BOENTE DE RIBA (*) - MONTE DO GOZO - SANTIAGO DE COMPOSTELA
Prima colazione. Tempo libero a Lugo, per una passeggiata per ammirare le mura Romane meglio conservate al mondo e dichiarate Patrimonio dell’Umanità. Partenza in bus sull’itinerario del Cammino, per raggiungere Portomarin, il cui attraversamento avverrà a piedi. Proseguimento in bus fino Melide per l’ora di pranzo, dove non si può perdere l’opportunità di assaggiare il migliore ‘polpo alla gallega’, nei suoi bar e nelle sue ‘meson’ (trattorie). Qui sarà possibile fare un’altra passeggiata di circa 75 minuti per uno dei più bei tratti del Cammino, sotto un bellissimo bosco fino a Boente de Riba, da dove si continuerà in bus fino Monte do Gozo, la prima collina da dove si vede Santiago e le torri della Cattedrale. Arrivati a Santiago si attraverserà a piedi il meraviglioso centro fino alla piazza dell’Obradoiro. Per alcuni sarà il momento di seguire le tradizione: andare al Portico della Gloria sotto la figura dell'Apostolo sedente, per chiedere tre desideri. Dietro la stessa colonna c'è la figura del maestro Matteo (il costruttore), alla quale si danno tre testate "affinché trasmetta la sua sapienza ed il talento”. Quindi si andrà nella cripta dove si trova il sepolcro di Santiago e, come da tradizione, daremo l'abbraccio al Santo. Cena e pernottamento. (Eurostar San Lazaro 4* o similare).

6° Giorno: SANTIAGO DE COMPOSTELA - FINISTERRE - SANTIAGO DE COMPOSTELA
Prima colazione. La città deve il suo nome all’Apostolo Santiago, del quale qui vennero rinvenuti i resti nel secolo IX. Questa scoperta porta rapidamente il luogo a divenire punto di pellegrinaggio da tutta Europa. Tutta la città è cresciuta all'ombra della Cattedrale eretta nel luogo del ritrovamento. Al mattino presto visita guidata della città che terminerà alla porta della Cattedrale finendo verso le 11:30. Tempo libero per visita interna facoltativa e, per chi lo desiderasse, per assistere alla “messa del pellegrino”. Possibilità di passeggiare tra le stradine del centro storico dove ogni angolo sarà una lieta sorpresa. Alle ore 14:00 partiremo per la tappa finale del pellegrinaggio medievale Finisterre, dove fino al XVI secolo si credeva che finisse la terra, per godere uno spettacolare paesaggio sul mare. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

7° Giorno: SANTIAGO DE COMPOSTELA - AVILA - MADRID
Prima colazione, partenza in bus per Avila. Tempo libero per il pranzo e per una passeggiata per le sue splendide mura medievali perfettamente preservate, che racchiudono un altrettanto curato e prezioso centro storico. Avila è il luogo di nascita di Santa Teresa, personaggio di grande trascendenza religiosa e grande letterata. Proseguimento per Madrid, cena e pernottamento. (Agumar 4* o similare).

8° Giorno: MADRID - CAGLIARI / OLBIA
Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Madrid in tempo utile per il volo di rientro. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE
DATE PARTENZE 2020 (Sabato)

Quota

in DBL

Suppl. Singola

Riduz.

Child

30 Maggio; 20 Giugno

25 Luglio; 12 Settembre

€ 965 € 360 € 160
8 - 15 - 29 Agosto € 995 € 370 € 165
 N.B.: Le quotazioni sono calcolate con tariffe aeree disponibili per un numero limitato di posti. All’esaurimento degli stessi potrebbe essere richiesto un adeguamento del prezzo volo.


Il Patrimonio dell’Umanità lungo il Cammino di Santiago
Quello che fa del Cammino di Santiago un’esperienza vitale che tutti vorrebbero ripetere, sono i momenti unici che è possibile vivere come pellegrini. Molti sono sicuramente legati alla cultura e agli impressionanti monumenti che scoprirete. Infatti, lungo il Cammino potrete visitare ben nove luoghi dichiarati Patrimonio dell’Umanità.
L’UNESCO riconosce come Patrimonio dell’Umanità tutti i beni di conservazione prioritaria per il loro spiccato valore universale. Per questo lo stesso Cammino di Santiago è stato iscritto nell’elenco dell’UNESCO. Inoltre, percorrendolo, avrete l’opportunità di scoprire molti altri beni protetti. Prendete nota.
- Monasteri di Yuso e Suso: si trovano a San Millán de la Cogolla (La Rioja), a meno di dieci chilometri dal tracciato del Cammino Francese attraverso la località di Cirueña. Sono considerati la culla della lingua spagnola, perché proprio qui fu elaborata la prima testimonianza scritta conosciuta. Scopritelo visitando questi maestosi edifici in stile romanico.
- Cattedrale di Burgos: è uno dei migliori esempi del gotico spagnolo e l’unica cattedrale dichiarata da sola Patrimonio dell’Umanità in Spagna. Potrete vederla a Burgos, città attraversata dall’itinerario francese del Cammino.
- Sito archeologico di Atapuerca: è il sito paleontologico più importante d’Europa. Si trova a circa 20 chilometri da Burgos, ma il Cammino vi darà l’opportunità di scoprirlo attraverso il Museo dell’Evoluzione Umana che ha sede nella città. Qui, oltre ad ammirare importanti reperti provenienti dagli scavi, potrete prendere l’autobus navetta che vi condurrà fino ad Atapuerca.
- Ponte sospeso di Biscaglia: è uno dei ponti trasportatori più antichi del mondo e, sebbene risalga al XIX secolo, è tuttora in uso. Il ponte collega Portugalete con Getxo, a Biscaglia (Paesi Baschi), e il percorso Nord del Cammino passa da entrambe le località.
- Arte rupestre paleolitica della Cornice Cantabrica: comprende la grotta di Altamira e altre 17 cavità distribuite tra Paesi Baschi, Cantabria e Asturie. I dipinti hanno circa 14.000 anni di storia e la maggior parte delle grotte si trova in prossimità dell’itinerario Nord del Cammino. La più importante, Altamira, si trova a Santillana del Mar, dove potrete visitare il Museo e una riproduzione a dimensioni reali della grotta.
- Monumenti di Oviedo e del Regno delle Asturie: si tratta di esempi importanti dell’architettura religiosa pre-romanica in Spagna. Potrete visitarli percorrendo il Cammino Primitivo attraverso la città di Oviedo (Asturie), dove si trovano le chiese di Santa María del Naranco, San Miguel de Lillo e San Julián de Prados.
- Mura romane di Lugo: particolarmente interessanti perché conservano intatto il perimetro, sono il miglior esempio delle ultime fortificazioni romane nell’Europa occidentale. Potrete visitarle percorrendo il Cammino Primitivo attraverso la città di Lugo (Galizia).
- Città vecchia di Santiago de Compostela: è la meta del Cammino di Santiago e custodisce le zone urbane più belle del mondo, secondo definizione dell’UNESCO. La città fu ricostruita nell’XI secolo e si sviluppa intorno all’imponente cattedrale. Da segnalare l’atmosfera delle sue strade, tra edifici romanici, gotici e barocchi. Oltre a questi punti chiave del Cammino di Santiago, si trovano molti altri beni dichiarati Patrimonio dell’Umanità, come gli esempi di Arte mudéjar in Aragona, la Torre di Ercole a La Coruña (Galizia), le città vecchie di Salamanca, Segovia e Avila, e grandi spazi naturali come Las Médulas (León) e i Pirenei (Aragona).

 

Pellegrinaggio a Fatima Partenza da Napoli Pellegrinaggio di 5 Giorni dal 23 al 27 Luglio 2020 da 620 €


Pellegrinaggio a Fatima da Napoli. Pellegrinaggio di 5 Giorni e 4 Notti dal 23 al 27 Luglio 2020. Pacchetto Viaggio religioso comprende Voli  da Napolo per Fatima Alloggio in Hotel 3 Stelle con trattamento di Pensione Completa incluso Bevande Pranzo tipico a Sintra Trasferimenti Escursioni Guidate Assistente Spirituale e Assicurazione da 620 € a persona in camera doppia

 

Pacchetto Pellegrinaggio a Fatima con volo da Bergamo

        Categoria

                                          Pellegrinaggi a Fatima da Napoli

          Offerta

                                       Pellegrinaggio a Fatima da Napoli

  Pacchetto Viaggio

                          Volo da Napoli Transfer Tour Pellegrinaggio Assistenza

       Partenza da

                                                                Da Napoli

      Destinazione

                                                             Lisbona Fatima 

     Durata / Data

                                  5 Giorni 4 Notti Dal 23 al 27 Luglio 2020

            Hotel

                                       Hotel 3 Stelle in Pensione Completa

           Servizi

                                                    Guida  + Assistenza

           Prezzo

                                                620 € + 35 € Iscrizione 

 

Programma del Viaggio a Fatima con volo da Napoli

Primo giorno: Orio - Lisbona - Fatima
Due ore prima della partenza del volo, ritrovo dei partecipanti all’aeroporto e disbrigo delle operazioni d’imbarco. Partenza. Arrivo e trasferimento a Fatima. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento

Permanenza a Fatima:
Pensione completa in albergo. Durante la permanenza partecipazione alle attività del Santuario: S. Messe giornaliere anche in Italiano, tempo per le confessioni. Visite facoltative e non incluse nel pacchetto di Valinhos, luogo delle apparizioni dell’Angelo della Pace nel 1916, e di Aljustrel, villaggio natale di Lucia, Francesco e Giacinta. Possibilità di visitare il Museo del Santuario (compatibilmente con orari, giorni di apertura e disponibilità di ingressi) che raccoglie migliaia di ex voto ed oggetti preziosi tra cui la corona della statua della Madonna 

Ultimo giorno: Fatima - Lisbona - Orio
Prima colazione in albergo. Trasferimento per l’aeroportoin tempo utile per il disbrigo delle operazioni di imbarco e la partenza del volo per il rientro in Italia.

 

 

Fatima
Fatima,
un luogo che colpisce per la sua semplicità quasi disarmante. E’una cittadina della regione di Leira in Portogallo che, tra il 13 maggio e il 13 ottobre del 1917, fu il luogo in cui la Madonna scelse di rivelarsi a tre piccoli pastori. I tre pastorelli, Francesco, Giacinta e Lucia, mentre pascolavano il gregge, videro apparire all’improvviso una figura di donna vestita di bianco con in mano un rosario e avvolta in una nube bianca. Sei apparizioni in tutto alla “Cova D’Iria”. A preparare i tre pastorelli a ricevere il messaggio della Beata Vergine Maria fu, tra l’aprile e l’ottobre del 1916, l’Angelo della Pace che dimostrò loro il modo in cui tutti dovremmo pregare, con fervore, attenzione e compostezza, e il rispetto che dovremmo mostrare a Dio durante la preghiera. Elemento centrale del messaggio di Fatima è la devozione al Cuore Immacolato di Maria, proprio Lei che, nell’ultima apparizione del 19 agosto, chiese che venisse costruita in quel luogo una cappella in suo onore.


La Baixa di Lisbona

Il quartiere della Baixa è il cuore della città, la parte di Lisbona che parte dalle rive del Tago e arriva fino all'Avenida da Liberada. Questa zona è stata completamente distrutta dal terribile terremoto del 1755, per poi essere ricostruita in modo impeccabile: la Baixa non solo è il simbolo della speranza e di una ricostruzione fatta in modo preciso e accurato, ma è anche un esempio meraviglioso di architettura neoclassica. Il Marchese di Pombal, primo ministro del re Josè I, la volle riedificare così come la vedete oggi, con molte strade dedicate esclusivamente ai pedoni e numerosi bar, ristoranti, negozi. I luoghi che non potete assolutamente lasciarvi sfuggire di questo quartiere sono la Praca do Rossio, la Praca do Commercio e l'Elevador de Santa Justa.
Il Bairro Alto di Lisbona
Per molti secoli il Bairro Alto è stato il quartiere delle famiglie benestanti: i ricconi di Lisbona vivevano in questa zona evitando accuratamente i posti più malfamati della città. Dal 1800 in poi le cose cambiarono e il Bairro Alto acquisì una doppia personalità che ancora adesso lo caratterizza: da una parte le famiglie aristocratiche e dall'altra i creativi, gli artisti squattrinati, le librerie, i ristoranti e gli antiquari. Il Bairro Alto si contraddistingue per essere il quartiere dei giovani e del divertimento: nel fine settimana i ragazzi di Lisbona si incontrano qui per scambiare quattro chiacchiere, andare in qualche esclusivo locale jazz o dilettarsi nei balli di gruppo in qualche posto più alla mano.
Belem a Lisbona
Il quartiere di Belém è situato sulle sponde del Tago e la sua storia è strettamente legata alle scoperte marittime: proprio da qui le navi portoghesi partivano in cerca di ricchezze e nuove terre da conquistare. Il quartiere di Belém è molto ampio, ricco di giardini colorati e di splendidi monumenti come il Monastero dei Jerònimos ed il Padrão dos Descobrimentos. Fra tutti spicca di sicuro la Torre di Belém, realizzata per essere faro e fortezza del porto di Restelo. La particolarità del quartiere risiede proprio nello stile architettonico delle sue strutture che sono caratterizzate da quel gotico iperdecorato che prende il nome di Manuelino.

 

 

Offerta Pellegrinaggio ed Epifania a Malta Tour di 5 Giorni 4 Notti Sulle Orme di San Paolo Partenza da Cagliari con volo diretto dal 2 al 6 Gennaio 2020 da € 750

 

Tour Malta Sulle Orme di San Paolo per Epifania partenza da Cagliari 
Offerta Pellegrinaggio ed Epifania a Malta da Cagliari. Viaggio Religioso di 5 Giorni 4 Notti dal 2 al 6 Gennaio 2020. Pacchetto viaggio & pellegrinaggio comprende volo diretto charter da Cagliari, sistemazione in Hotel 4 stelle in pensione completa con bevande Trasferimenti Visite guidate a Malta per Epifania Assistenza e Assicurazione
da € 750

 

Pacchetto Tour Malta Sulle Orme di San Paolo da Cagliari

Categoria

Tour Malta dalla Sardegna

Offerta

Epifania Tour Malta Sulle Orme di San Paolo

Pacchetto Viaggio

Volo Diretto Trasferimenti Tour Pellegrinaggio Assistenza Visite

Destinazione

Malta Mdina e Rabat San Pawl Milqi

Aeroporto di Partenza

Da Cagliari Elmas

Durata / Data

5 Giorni e 4 Notti dal 2 al 6 Gennaio 2020

        Hotel / Trattamento                                 Hotel 4 Stelle in Pensione Completa

Servizi Inclusi

Guida Turistica + Accompagnatore dell'Agenzia

Prezzo a persona

€ 750 + 35 € iscrizioni




Programma Tour Malta Sulle Orme di San Paolo da Cagliari per Epifania *

1° giorno - 2 Gennaio: CAGLIARI - MALTA
Ritrovo dei Partecipanti all’aeroporto di Cagliari due ore prima della partenza e, dopo il disbrigo delle formalità d’imbarco partenza con volo diretto per Malta. Arrivo, incontro con l’assistente, trasferimento e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

2° giorno - 3 Gennaio: VALLETTA E LE TRE CITTA’
Prima colazione e partenza per il tour che vi porterà tra le strade animate di Valletta. Visiteremo i Giardini Barrakka Superiore (chiamati il Belveder D’Italia); la Con Cattedrale di San Giovanni e la Chiesa Conventuale dei Cavalieri, ricca di sculture e dipinti. Nell’oratorio della Cattedrale ammiremo le due tele del Caravaggio. Si visita anche la chiesa dedicata al Naufragio di San Paolo. Si prosegue verso il Malta Experience, lo show multivisionale, che raccontò la storia di Malta nei secoli. Dopo il pranzo in ristorante, si visita la città di Senglea e la Basílica dedicata alla Natività della Madonna, dove c’è anche la statua miracolosa di Gesù Redentore. Proseguo alla Vedetta da dove si godrà un belvedere del porto. La visita terminerà a Vittoriosa, passeggiando tra strette strade ombreggiate da Palazzi storici. Rientro in albergo. Cena e pernottamento.

3° giorno - 4 Gennaio: MDINA E RABAT
Prima colazione e partenza per Rabat. Il tour comincia con la visita alla Cappella Della Societas Doctrinae Christianae, la società fondata da San Gorg Preca, dove sarà anche possibile celebrare la Santa Messa. Si prosegue alla grotta di San Paolo, dove il Santo abitò durante il suo soggiorno e dove fu celebrata la prima Santa messa a Malta. La Chiesa di San Paolo è sovrapposta alla grotta stessa. Questo tempio presenta una struttura architettonica molto particolare risalente al 1572. Proseguimento per le catacombe di San Paolo, che ospitano nei sotterranei un gran numero di cripte, dallo stile unico per la presenza di cuscini di pietra e ‘tavole d’amore’ quasi inesistenti altrove. Dopo pranzo in ristorante, proseguimento per la visita di Mdina, detta anche “La Città del Silenzio” per la pace che vi regna. E’ l’ antica capitale di Malta, la cui Cattedrale è dedicata ai S.S. Pietro e Paolo. Secondo i più antichi riferimenti cristiani, la Cattedrale è sita nel luogo in cui San Paolo convertì al Cristianesimo il Governatore romano Publio. Lo stile architettonico del centro rappresenta l’affascinante passato storico-culturale di Malta dall’ undicesimo secolo in poi. In serata rientro in hotel. Cena e Pernottamento.

4° giorno - 5 Gennaio: Il NORD ( San Pawl Milqi, Mellieha, Mosta )
Prima colazione. Partenza per la visita al Santuario della Madonna dei Miracoli, la cui intercessione salvò la popolazione del villaggio da un terremoto nel lontano 1743. Proseguiamo per San Pawl Milqi, dove il Governatore di Malta all’ epoca romana accolse San Paolo e gli altri naufraghi, ospitandoli per 3 giorni. Si segue con la visita al Santuario della Madonna di Mellieha, la cui fondazione è attribuita a San Paolo, dove si può ammirare il murale più antico esistente sull’ isola, attribuito a San Luca. Dopo pranzo proseguimento per Mosta, la cui Chiesa dedicata all’ Assunzione della Vergine è anche chiamata la Chiesa del Miracolo, perché nel 1942, durante una funzione religiosa, una bomba perforò la cupola senza esplodere né ferire i fedeli. La sua cupola é, inoltre una delle più grandi al mondo. Si terminerà il tour con una sosta per lo shopping al villaggio dell’ Artigianato a Ta’ Qali. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

5° giorno - 6 Gennaio: MALTA - CAGLIARI
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo diretto per Cagliari. Arrivo. Fine dei ns. servizi.

 

 

Operativo voli charter Air Malta : Cagliari / Malta / Cagliari
(soggetto a riconferma)

Data

Aeroporto di partenza

Orari di Partenza

Aeroporto di arrivo

Orari di Arrivo

2 Gennaio

Cagliari

12:50

Malta

14:10

6 Gennaio

Malta

04:10

Cagliari 

05:30

 


La Vergine Maria appare a Malta al veggente Angelik Caruana sulla collina di Borg in-Nadur a Birzebbuga nel 2006, presentandosi come la Regina della Pace e della Famiglia e chiedendo la conversione urgente delle famiglie e molta preghiera per le controversie di cinque paesi in particolare: l'Iran, la Russia, l'America, la Cina e l'Australia. Il mercoledì di ogni settimana la Madonna invia al mondo un messaggio invitando tutti alla preghiera del cuore, al digiuno, alla riconciliazione con Dio e con il prossimo, alla conversione e alla pace, come pure la preghiera del Santo Rosario, per allontanare il male.


Pellegrinaggio a Malta: Sulle orme di San Paolo
Pellegrinaggio: Sulle orme di San Paolo Pellegrinaggio è un percorso di conversione in cui l’uomo si mette in contatto con Dio. Lasciare il proprio ambiente, mettersi in cammino verso un traguardo al termine del quale non solo incontrare il Signore, ma ritrovare anche se stessi. Più di 2000 anni fa, la leggenda racconta che San Paolo naufragò sulle isole maltesi e, più nello specifico, in una piccola isola che ora è conosciuta con il nome di isola di San Paolo, situata tra le baie di Mistra e Mgiebah. Si tratta di un evento che ha determinato l’inizio del Cattolicesimo romano a Malta: una religione che rimarrà stabile nei millenni successivi. Da San Paolo atti degli apostoli XXVIII.
Una volta in salvo, venimmo a sapere che l’isola si chiamava Malta. Gli abitanti ci trattarono con rara umanità; ci accolsero tutti attorno a un fuoco, che avevano acceso perché era sopraggiunta la pioggia e faceva freddo. Mentre Paolo raccoglieva un fascio di rami secchi e lo gettava sul fuoco, una vipera saltò fuori a causa del calore e lo morse a una mano. Al vedere la serpe pendergli dalla mano, gli abitanti dicevano fra loro: «Certamente costui è un assassino perché, sebbene scampato dal mare, la dea della giustizia non lo ha lasciato vivere». Ma egli scosse la serpe nel fuoco e non patì alcun male. Quelli si aspettavano di vederlo gonfiare o cadere morto sul colpo ma, dopo avere molto atteso e vedendo che non gli succedeva nulla di straordinario, cambiarono parere e dicevano che egli era un dio. Là vicino vi erano i possedimenti appartenenti al governatore dell’isola, di nome Publio; questi ci accolse e ci ospitò con benevolenza per tre giorni. Avvenne che il padre di Publio giacesse a letto, colpito da febbri e da dissenteria; Paolo andò a visitarlo e, dopo aver pregato, gli impose le mani e lo guarì. Dopo questo fatto, anche gli altri abitanti dell’isola che avevano malattie accorrevano e venivano guariti. Ci colmarono di molti onori e, al momento della partenza, ci rifornirono del necessario.
Innumerovoli, quindi, sono le testimonianze della permanenza di San Paolo sulle isole Maltesi e prima fra tutte per importanza religiosa e sacralitá spirituale La Grotta di San Paolo, in cui predicò San Paolo mentre si trovava a sull'isola di Malta nell'anno 60 d.C.. Contiene una statua del santo risalente al 1748 e all'ingresso si posso notare le foto degli ultimi papi in sua adorazione.


Durante il suo pontificato Papa Giovanni Paolo II visitó Malta per 2 volte (in realtà tre, perché nel 1990 dovette atterrare a Malta a causa di un malfunzionamento del velivolo papale).
Una altra importante tappa alla riscoperta di San Paolo é sicuramente La Chiesa Collegiata di San Paolo Naufrago che ospita opere d'arte eccellenti, fra cui la splendida pala d'altare, la cupola e i dipinti di Attilio Palombi e Giuseppe Cali. Si può anche ammirare la reliquia qui custodita dell'osso del polso destro di San Paolo, e parte della colonna sulla quale il santo fu decapitato a Roma.
Le reliquie furono donate da Papa Pio VIII nel 1818 e sono particolarmente venerate dai fedeli.


Situato in una località molto pittoresca nel nord dell'isola si trova il suggestivo Santuario della Nostra Signora di Mellieha, il piú antico santuario Mariano di Malta. E 'circondato da numerose leggende tra cui quella relativa alla visita di San Paolo dopo il suo naufragio a Malta nel 60 d.c.. Si tratta di un luogo di pellegrinaggio, con una grande collezione di offerte votive. Esisteva già come parrocchia nel 1436 ed era una piccola grotta dove, sulla viva roccia, era dipinta l'immagine della Vergine Maria che tiene in grembo il Bambino Gesù.


Nel 1614, il santuario subì gravissimi danni durante l'incursione di sessanta navi corsare, ma i devoti provvidero al restauro e coprirono l'immagine della Vergine con una lastra d'argento, lasciando visibili solo i volti della Madre e del Figlio. In questi ultimi anni la devozione si è andata sempre più sviluppando e intensificando
A nord dell’isola di Malta si trovano 2 piccole isole chiamate Isole di San Paolo. Le isole sono separate da un tratto di mare talmente sottile da farle sembrare una unica. Le isole ormai disabitate da decenni. La leggenda vuole che queste isole rappresentino il luogo esatto dove naufragó San Paolo. A seguito di tale credenza venne costruita un’enorme statua del Santo. Le isole sono disabitate da qualche decennio.
Su richiesta é possibile visitare l’isolotto di San Paolo e celebrare la Santa Messa

 

162° Anniversario delle Apparizioni Partenza da Milano con Volo diretto Charter Pellegrinaggio in Giornata l'11 Febbraio 2020 da 345 €

162° ANNIVERSARIO DELL'APPARIZIONE A LOURDES DA MILANO
Pellegrinaggio a Lourdes da Milano per il 162° Anniversario delle Apparizioni. Pellegrinaggio in giornata l'11 Febbraio 2020. Pacchetto Viaggio Religioso comprende Volo diretto da Milano Malpensa per Lourdes Trasferimenti Pranzo & ِCena in Ritorante Assicurazione Accompagnatore e Partecipazione alla Processione Serale e Santa messa da 345 € a persona

 

Pacchetto Pellegrinaggio a Lourdes da Milano in Giornata
162° Anniversario delle Apparizioni

Categoria

Lourdes da Milano in Aereo

Offerta

162° Anniversario delle Apparizioni a Lourdes da Milano

Pacchetto Viaggio

Volo per Lourdes Transfer Pellegrinaggi

Destinazione

Lourdes Tarbes / Lourdes

Aeroporto di Partenza

Da Milano Malpensa con volo diretto per Lourdes Tarbes

Durata / Data

in Giornata L'11 Febbraio 2020

Servizi Inclusi

Accompagnatore dell'Agenzia Pranzo e Cena in Ristorante

Prezzo a persona

345 € + 35 € Iscrizione


 Programma del Pellegrinaggio a Lourdes da Milano in Giornata
162° Anniversario delle Apparizioni

Ore 7.00: Partenza da Milano Malpensa per Lourdes con volo diretto speciale.
Arrivo Trasferimento al Santuario e inizio delle attività religiose. Saluto alla Grotta.
Introduzione al Messaggio di Lourdes, S. Messa e successivamente pranzo al ristorante.
Nel pomeriggio la possibilità di accedere alle piscine e tempo a disposizione per confessioni, Via Crucis, passi di Bernadette.
Ore 17.00: Processione Eucaristica.
Ore 18.00: Rosario alla Grotta.
Ore 19.00: Cena leggera al ristorante.
Ore 21.00: Partecipazione alla processione serale con le fiaccole (Flambeaux).
Trasferimento in aeroporto e partenza per il rientro a Milano con volo speciale.

Operativo Voli diretti: Milano Malpensa / Lourdes / Milano Malpensa ( soggetti a riconferma )

Data

Aeroporti di partenza

Orari di Partenza

Aeroporto di arrivo

Orari di Arrivo

11 Febbraio

Milano Malpensa

07:00

Lourdes Tarbes

08:30

11 Febbraio

Lourdes Tarbes

23:00

Milano Malpensa

00:30


Lourdes

Lourdes in occitano Lorda, è un comune francese di 15.491 abitanti, situato nel dipartimento degli Alti Pirenei, nella regione del Midi-Pirenei.
Nel 1858 il comune di Lourdes assunse grande notorietà, in Francia e all'estero, a seguito delle apparizioni mariane di cui sarebbe stata spettatrice la giovane contadina Bernadette Soubirous, poi canonizzata. Nei decenni successivi la città divenne una delle più importanti mete di pellegrinaggi e turismo religioso ed oggi accoglie circa sei milioni di visitatori ogni anno provenienti da ogni angolo del mondo. Tale flusso ha convertito Lourdes nel secondo centro turistico di Francia, dopo Parigi, e nel terzo polo internazionale del cattolicesimo. Nel 2011 la città è divenuta anche la seconda località con più capienza alberghiera di Francia, sempre dopo Parigi.
Le apparizioni della Vergine Bernadette a Lourdes
Lourdes tra il 1890 e il 1900. Agli inizi dell'Ottocento, la città si presentava ancora come una grande borgata rurale, nonostante il sempre maggior numero di abitanti che nel primo trentennio del XIX secolo oscillava fra i 2.700 e i 3.800. Particolarmente redditizio era a Lourdes l'allevamento di maiali cui si dedicava una parte non trascurabile della popolazione. Nel 1841 la città raggiunse e superò i 4.000 residenti e si avviava a divenire un grosso centro di produzione e smercio di carni e di prodotti agricoli. Quindici anni più tardi si produssero tuttavia avvenimenti che avrebbero per sempre cambiato la fisionomia di Lourdes, che si convertì, in pochi decenni, in uno dei massimi centri mondiali del cattolicesimo e in una delle più importanti mete turistiche di Francia e del mondo. Il giorno 11 febbraio 1858, una contadinella, Bernadette Soubirous riferì di aver visto, in una grotta ai bordi del Gave de Pau una signora in bianco che si sarebbe presentata a lei come l'Immacolata Concezione. L'apparizione fu la prima di una lunga serie che ebbe termine solo il 16 luglio. Nel frattempo un numero sempre maggiore di fedeli residenti in città o provenienti dai paesi vicini iniziò a frequentare la grotta, fino a quando, per ordine delle autorità locali questa non venne chiusa con dei travi di legno. Nell'ottobre di quello stesso anno, grazie anche all'intervento dell'imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III, le barriere vennero rimosse e la grotta riaperta al pubblico. Le apparizioni della Vergine Maria a Bernadette furono formalmente riconosciute dalla Chiesa Cattolica nel 1862.
Lourdes Polo primario del cattolicesimo
Nel 1862 le apparizioni furono riconosciute ufficialmente dal vescovo di Tarbes e ancor prima della fine dell'anno iniziarono i lavori di costruzione di una cappella, incorporata alcuni anni più tardi nella basilica dell'Immacolata Concezione (basilique de l'Immaculée Conception), edificata fra il 1866 e il 1871 sopra la grotta dove Bernadette era entrata in contatto con la Vergine. Alla fine del XIX secolo si procedette alla costruzione di una seconda basilica, quella di Nostra Signora del Rosario (Nôtre Dame du Rosaire), (1883-1889) al di sotto della precedente. Nel frattempo si procedeva ad una profonda ristrutturazione urbanistica della cittadina che prese l'avvio con l'apertura del Boulevard de la Grotte (1879-1881) e con la demolizione di alcuni fabbricati pubblici e di culto considerati di scarso pregio architettonico o inadeguati, come la vecchia chiesa parrocchiale, sostituita fra gli ultimi anni dell'Ottocento e i primi del Novecento da un edificio più capiente e rappresentativo. Nel 1866 entrò in servizio una stazione ferroviaria capolinea della tratta Tarbes-Lourdes appositamente costruita per facilitare lo spostamento di fedeli dal capoluogo dipartimentale a Lourdes. Un servizio di tram dalla stazione alle basiliche fu inaugurato nel 1899. Intenso fu anche lo sviluppo delle strutture turistiche locali con la costruzione di alberghi, ristoranti e case di accoglimento per pellegrini, gestite generalmente da istutuzioni e ordini religiosi. Fra i primi grandi alberghi edificati a Lourdes ricordiamo il Grand Hotel de la Grotte (anni settanta dell'Ottocento) e il Grand Hotel Moderne (1896) entrambi in stile eclettico, tipico dell'architettura francese dell'epoca. Tale sviluppo si intensificò nei primi decenni del Novecento, traendo impulso dalla beatificazione (1925) e successiva canonizzazione (1933) di Bernadette Soubirous. Nel 1948 venne aperto, a 9 km dal centro cittadino, l'aeroporto di Tarbes-Ossun-Lourdes (oggi conosciuto come Tarbes-Lourdes-Pyrénées), ripetutamente ampliato e ristrutturato, con un traffico di passeggeri di oltre 670.000 unità nel 2008. Nel 1956 - 1957 fu edificata la terza basilica del Santuario di Lourdes, dedicata a papa Pio X e inaugurata da Angelo Giuseppe Roncalli nel marzo 1958, in occasione del centenario delle apparizioni della Vergine a Santa Bernadette. La basilica, gravemente danneggiata durante la inondazione provocata dallo straripamento del Gave de Pau nel giugno 2013, è stata riaperta al pubblico due mesi più tardi, grazie al lavoro di migliaia di volontari accorsi a Lourdes da ogni parte del mondo. Oggi si calcola che giungano annualmente a Lourdes circa sei milioni di visitatori l'anno gran parte dei quali sono pellegrini ma anche semplici turisti attratti dall'incanto della città, dalla rigogliosa natura che la circonda, dalla bellezza dei vicini Pirenei. Vengono inoltre organizzati treni speciali attraverso una apposita organizzazione internazionale, Le train blanc, per il trasporto dei malati e dei diversamente abili da varie città francesi ed estere. Tale flusso di visitatori ha da tempo convertito Lourdes nel secondo grande centro della cristianità d'Europa, dopo il Vaticano, e nella seconda città francese per numero di presenze e capienza alberghiera.
Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria in rapporto ad una delle più venerate apparizioni mariane.
Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella Signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. « Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi » Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica. Nel luogo indicato da Bernadette come teatro delle apparizioni fu posta nel 1864 una statua della Madonna. Intorno alla grotta delle apparizioni è andato nel tempo sviluppandosi un imponente santuario. Attorno al luogo di culto si è ampliato successivamente un importante movimento di pellegrini. Si calcola che oltre settecento milioni di persone abbiano visitato Lourdes.
La Chiesa e le apparizioni mariane ( Lourdes )
In generale, le apparizioni mariane sono considerate dalla Chiesa cattolica come rivelazioni private, ed esse non aggiungono nulla di nuovo e di diverso alla fede rivelata che deve essere considerata piena e completa in Cristo[4] ad opera degli apostoli. La Chiesa può dare un riconoscimento formale (che per le apparizioni di Lourdes fu dato nel 1862), a condizione che esse non contengano nulla di contrario, e nemmeno di ambiguo e di dubbio, riguardo alla fede rivelata. Tuttavia, riconosciute come tali dopo un prudente giudizio, coloro che le hanno ricevute direttamente debbono senza alcun dubbio inchinarsi con rispetto dinanzi ad esse. I teologi discutono se questa adesione debba essere in essi un atto di fede divina; l'opinione affermativa sembra più accettabile.
Il santuario ( Lourdes )
La spianata di fronte alla basilica di N.S. del Rosario
Per approfondire, vedi Santuario di Nostra Signora di Lourdes. Sono tre le basiliche principali del santuario di Lourdes; in ordine di data di costruzione e con capienza crescente vi sono: la basilica dell'Immacolata Concezione, la basilica di Nostra Signora del Rosario, posta sotto alla precedente, e la basilica di San Pio X (detta anche basilica sotterranea). La facciata della Basilica del rosario presenta dei mosaici di Marko Ivan Rupnik e del Centro Aletti, raffiguranti i Misteri della Luce. Inaugurati l'8 dicembre 2007, sono stati dedicati a Giovanni Paolo II in occasione dell'apertura del Giubileo per il 150º anniversario delle apparizioni.
Oltre alle tre basiliche, al di là del fiume, davanti alla grotta c'è la tenda e cappella dell'adorazione. La tenda è situata nel fondo della prateria. La cappella situata nella prateria, sul lato sinistro della chiesa di Santa Bernadette, ha una capienza di 130 persone circa. Il santuario di Lourdes è particolarmente associato alla speranza di ottenere guarigioni miracolose, ed è pertanto meta di un grande numero di fedeli infermi. In Italia vi sono varie associazioni di volontari, l'UNITALSI, l'OFTAL, l'A.M.A.M.I. (Associazione mariana assistenza malati d'Italia) e lo SMOM (Sovrano militare Ordine Di Malta), che organizzano il trasporto e l'assistenza degli ammalati a bordo di treni e aerei convenientemente attrezzati. Dal 1958 si svolge annualmente il Pellegrinaggio militare internazionale, che riunisce migliaia di fedeli che lavorano in "divisa" al servizio degli altri.
Processione pomeridiana degli ammalati intorno al Santuario
Secondo i credenti, per invocare la guarigione è particolarmente efficace il rito dell'immersione nelle piscine, appositamente realizzate, riempite con l'acqua che sgorga dalla sorgente presso la grotta delle apparizioni. La stessa sorgente alimenta anche le fontane, dalle quali i pellegrini bevono l'"acqua di Lourdes", riempiendone bottiglie e taniche da portare a casa.
Dal 1905 è in funzione presso il santuario il Bureau médical (ufficio medico), che raccoglie le segnalazioni di presunte guarigioni miracolose, per valutarne, attraverso successivi e accurati accertamenti, esclusivamente l'aspetto medico. Solo alla fine dell'iter medico-legale, che può durare anche anni, eventualmente e per alcuni casi, il Bureau trasmetterà il dossier al vescovo competente, per la successiva fase della valutazione canonica, che potrebbe portare (ove ce ne siano le condizioni) alla dichiarazione formale di guarigione miracolosa. A tutto il 2014 solo 69 casi di guarigione non altrimenti spiegabili sono stati riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa cattolica come «miracolosi», il più recente dei quali nel 1989.
Riguardo alle guarigioni miracolose ebbe a dire Anatole France: «Vedo tante stampelle, ma nessuna gamba di legno», riferendosi agli ex voto lasciati dai pellegrini. Émile Zola fu altresì testimone delle guarigioni di Marie Lebranchu e Marie Lemarchand, due dei miracoli poi riconosciuti ufficialmente, casi che il dottor Boissarie, a capo del Bureau médical, presentò allo scrittore. Tuttavia Zola scrisse poi un libro scettico su Lourdes, nel quale tra gli altri fece riferimento, con altro nome, ai casi della due donne, facendole però morire nel racconto. La distorsione degli eventi fu denunciata pubblicamente da Boissarie. Secondo la Chiesa, i miracoli e le guarigioni sono segni della provvidenza divina, funzionali alla conversione e alla fede, e non alla semplice risoluzione di problemi di salute.



Pellegrinaggio a Fatima Partenza da Milano Malpensa Pellegrinaggio di 4 Giorni dal 25 al 28 Settembre 2020 da 530 €


Pellegrinaggio a Fatima da Milano Malpensa. Pellegrinaggio di 4 Giorni e 3 Notti dal 25 al 28 Settembre 2020. Pacchetto Viaggio religioso comprende Voli di Linea TAP da Milano Malpensa per Lisbona Alloggio in Hotel 3 Stelle con trattamento di Pensione Completa Trasferimenti Escursioni Guidate Assistente Spirituale e Assicurazione da 530 € a persona in camera doppia

 

Pacchetto Pellegrinaggio a Fatima con volo da Milano

        Categoria

                                 Pellegrinaggi a Fatima da Milano Malpensa

          Offerta

                                        Pellegrinaggio a Fatima da Milano 

  Pacchetto Viaggio

                          Volo da Milano Transfer Tour Pellegrinaggio Assistenza

       Partenza da

                                                 Da Milano Malpensa

      Destinazione

                                                       Lisbona Fatima

     Durata / Data

                                  4 Giorni 3 Notti Dal 24 al 27 Aprile 2020

            Hotel

                                       Hotel 3 Stelle in Pensione Completa

           Servizi

                            Guida in Italiano a Lisbona + Assistente Spirituale

           Prezzo

                                                530 € + 35 € Iscrizione 

 

Programma del Viaggio a Fatima con volo da Milano 

Primo giorno: Malpensa - Lisbona - Fatima
All'orario prestabilito ritrovo dei partecipanti in aeroporto e operazioni d'imbarco. Partenza per Lisbona. Dopo 2 ore e 50 minuti circa, arrivo, incontro con l'accompagnatore e trasferimento in pullman per Fatima (circa 1 ora e mezza di tragitto). Sistemazione in hotel e saluto alla Cappellina delle Apparizioni. Cena. Tutte le sere alle 21.00 Rosario internazionale e a seguire, fiaccolata.

Permanenza a Fatima:
Pensione completa in hotel. Durante la permanenza sono previsti: visita al santuario, S. Messe giornaliere, Via Crucis, tempo per le confessioni, visite di Valinhos ( luogo delle apparizioni dell'Angelo della Pace nel 1916), e di Aljustrel ( villaggio natale di Lucia, Francesco e Giacinta). Visita al museo del santuario (compatibilmente con orari, giorni di apertura e disponibilità di ingressi) che raccoglie migliaia di ex voto ed oggetti preziosi tra cui la corona della statua della Madonna con incastonato il proiettile che colpì San Giovanni Paolo II nell'attentato del 13 Maggio 1981 in Piazza San Pietro.

Ultimo giorno: Fatima - Lisbona - Malpensa
Prima colazione in hotel. In tempo utile trasferimento in pullman per l'aeroporto di Lisbona. Operazioni d'imbarco e partenza con volo Tap per Malpensa.

 

 

Fatima
Fatima,
un luogo che colpisce per la sua semplicità quasi disarmante. E’una cittadina della regione di Leira in Portogallo che, tra il 13 maggio e il 13 ottobre del 1917, fu il luogo in cui la Madonna scelse di rivelarsi a tre piccoli pastori. I tre pastorelli, Francesco, Giacinta e Lucia, mentre pascolavano il gregge, videro apparire all’improvviso una figura di donna vestita di bianco con in mano un rosario e avvolta in una nube bianca. Sei apparizioni in tutto alla “Cova D’Iria”. A preparare i tre pastorelli a ricevere il messaggio della Beata Vergine Maria fu, tra l’aprile e l’ottobre del 1916, l’Angelo della Pace che dimostrò loro il modo in cui tutti dovremmo pregare, con fervore, attenzione e compostezza, e il rispetto che dovremmo mostrare a Dio durante la preghiera. Elemento centrale del messaggio di Fatima è la devozione al Cuore Immacolato di Maria, proprio Lei che, nell’ultima apparizione del 19 agosto, chiese che venisse costruita in quel luogo una cappella in suo onore.


La Baixa di Lisbona

Il quartiere della Baixa è il cuore della città, la parte di Lisbona che parte dalle rive del Tago e arriva fino all'Avenida da Liberada. Questa zona è stata completamente distrutta dal terribile terremoto del 1755, per poi essere ricostruita in modo impeccabile: la Baixa non solo è il simbolo della speranza e di una ricostruzione fatta in modo preciso e accurato, ma è anche un esempio meraviglioso di architettura neoclassica. Il Marchese di Pombal, primo ministro del re Josè I, la volle riedificare così come la vedete oggi, con molte strade dedicate esclusivamente ai pedoni e numerosi bar, ristoranti, negozi. I luoghi che non potete assolutamente lasciarvi sfuggire di questo quartiere sono la Praca do Rossio, la Praca do Commercio e l'Elevador de Santa Justa.
Il Bairro Alto di Lisbona
Per molti secoli il Bairro Alto è stato il quartiere delle famiglie benestanti: i ricconi di Lisbona vivevano in questa zona evitando accuratamente i posti più malfamati della città. Dal 1800 in poi le cose cambiarono e il Bairro Alto acquisì una doppia personalità che ancora adesso lo caratterizza: da una parte le famiglie aristocratiche e dall'altra i creativi, gli artisti squattrinati, le librerie, i ristoranti e gli antiquari. Il Bairro Alto si contraddistingue per essere il quartiere dei giovani e del divertimento: nel fine settimana i ragazzi di Lisbona si incontrano qui per scambiare quattro chiacchiere, andare in qualche esclusivo locale jazz o dilettarsi nei balli di gruppo in qualche posto più alla mano.
Belem a Lisbona
Il quartiere di Belém è situato sulle sponde del Tago e la sua storia è strettamente legata alle scoperte marittime: proprio da qui le navi portoghesi partivano in cerca di ricchezze e nuove terre da conquistare. Il quartiere di Belém è molto ampio, ricco di giardini colorati e di splendidi monumenti come il Monastero dei Jerònimos ed il Padrão dos Descobrimentos. Fra tutti spicca di sicuro la Torre di Belém, realizzata per essere faro e fortezza del porto di Restelo. La particolarità del quartiere risiede proprio nello stile architettonico delle sue strutture che sono caratterizzate da quel gotico iperdecorato che prende il nome di Manuelino.

 

 

Pellegrinaggio a Medjugorje Partenza da Bergamo Orio al Serio con Volo Diretto Pacchetto Pellegrinaggio di 4 Giorni dal 30 Settembre al 4 Ottobre 2019 da 560 €

Pellegrinaggio a Medjugorje Partenza da Bergamo  con Volo Diretto
Pellegrinaggio a Medjugorje Partenza da Bergamo  con Volo Diretto. Pacchetto Viaggio & pellegrinaggi di 4 Giorni 3 Notti dal  30 Settembre al 4 Ottobre 2019 comprende Volo diretto Charter da  Bergamo per Mostar Soggiorno in Hotel 3 stelle a Medjugorje con trattamento di pensione completa Assistenza spirituale e tecnica da 590 € a persona in camera doppia


Pacchetto Pellegrinaggio Medjugorje da Milano Malpensa

Categoria

Viaggi Organizzati a Medjugorje Da Milano

Offerta

Pellegrinaggio a Medjugorje Da Milano Malpensa con Volo Diretto

Pacchetto Viaggio

Volo Charter + Hotel + Trasferimenti + Guida

Destinazione

Mostar Medjugorje

Partenza da

Da Bergamo Orio al Serio

Durata / Data

4 Giorni 3 Notti dal  30 Settembre al 4 Ottobre 2019

Servizio Incluso

Assistente Sprirituale & Tecnico

Hotel / Trattamento

Hotel 3 Stelle in Pensione Completa

Prezzo a persona

560 € + 35 € Quota d’Iscrizione


Programma del pellegrinaggio a Medjugorje da Milano Malpensa

1° Giorno : Bergamo / Mostar / Medjugorje
Due ore prima della partenza ritrovo dei partecipanti all’aeroporto. Operazioni d’imbarco e partenza in aereo. Arrivo e trasferimento in autopullman a Medjugorje. Sistemazione in albergo e inizio attività religiose. Pensione completa in albergo.

2° Giorno : Permanenza a Medjugorje
Pensione completa. Intere giornate a disposizione per attività religiose. Durante la permanenza a Medjugorje il programma prevede la partecipazione alle liturgie, alle adorazioni serali, agli incontri con i frati francescani, la salita al Podbrdo (la collina delle prime apparizioni), e al Krizevac (il monte della grande Croce). Quando possibile vengono organizzati incontri per ascoltare la testimonianza di qualcuno dei veggenti, compatibilmente con la loro presenza a Medjugorje e alla loro disponibilità a ricevere i pellegrini. Inoltre, a seconda del tempo disponibile, sono previsti incontri con alcune Comunità presenti a Medjugorje: Comunità “Cenacolo” di Suor Elvira, il “Villaggio della Madre”, fondato da Padre Slavko Barbaric e la Comunità della “Famiglia Ferita” di Suor Cornelia.

3° Giorno : Medjugorje / Mostar / Bergamo
Trasferimento in tempo utile all’aeroporto per il rientro a Milano, operazioni d’imbarco e partenza con volo. Arrivo all’aeroporto di partenza e sbarco.

Operativo voli Charter: Bergamo / Mostar / Bergamo ( Orario soggetti da riconferma )

Data

Aeroporto di partenza

Orari di Partenza

Aeroporto di arrivo

Orari di Arrivo

30 Settembre

Orio al Serio

17:00

Mostar

18:30

4 Ottobre

Mostar

22:45

Orio al Serio

23:59

Dove Alloggiamo a Medjugorje
Negli ultimi anni a Medjugorje sono sorti numerosi Alberghi e Pensioni, più o meno vicini al Santuario. Per la sistemazione dei nostri gruppi abbiamo selezionato con cura alcuni nuovi alberghi, tutti ubicati nei pressi del Santuario (da 80 a 350 mt. di distanza), dotati di ascensore, aria condizionata e collegamento wi-fi, dove viene assicurata una calorosa accoglienza, un ottimo trattamento, una adeguata pulizia, e una cucina rispondente il più possibile ai gusti della clientela italiana
Quali Attività Religiose durante il pellegrinaggio a Medjugorje Proponiamo
Durante la permanenza a Medjugorje il programma prevede la partecipazione alle liturgie, alle adorazioni serali, agli incontri con i frati francescani,la salita al Podbrdo (la collina delle prime apparizioni), e al Krizevac (il monte della grande Croce). Quando possibile vengono organizzati incontri per ascoltare la testimonianza di qualcuno dei veggenti, compatibilmente con la loro presenza a Medjugorje e alla loro disponibilità a ricevere i pellegrini. Inoltre, a seconda del tempo disponibile, sono previsti incontri con alcune Comunità presenti a Medjugorje: Comunità “Cenacolo” di Suor Elvira, il “Villaggio della Madre”, fondato da Padre Slavko Barbaric, la Comunità della “Famiglia Ferita” di Suor Cornelia e la visita alla Chiesetta di Surmanci dove è conservata l’icona miracolosa di Gesù Misericordioso.
Chi accompagna i nostri gruppi per il pellegrinaggio a Medjugorje

La massima attenzione viene da noi data all’aspetto spirituale, infatti in tutti i nostri pellegrinaggi viene garantita la presenza di un accompagnatore particolarmente preparato sugli avvenimenti di Medjugorje (spesso sono i consacrati della “Casa di Maria”) e viene fatto il possibile per assicurare sempre la presenza di un Sacerdote o Religioso come guida spirituale.
Audioriceventi: all’arrivo a Medjugorje a tutti i partecipanti ai nostri viaggi verrà consegnato un apparecchio audioricevente che servirà durante il soggiorno per poter ascoltare l’accompagnatore o il Sacerdote fino a 300 mt di distanza e per ascoltare la traduzione in italiano di tutta la Celebrazione serale.
Materiale a supporto del viaggio & Pellegrinaggio a Medjugorje:
ai partecipanti ai nostri pellegrinaggi a Medjugorje viene fatto dono di 2 libri in edizione esclusiva:
• “Pregate...ho bisogno delle vostre preghiere”
• “Libro di Medjugorje” (1 per nucleo famigliare)

Pellegrinaggi a Medjugorje da Milano
Pellegrinaggi Che cos’è un pellegrinaggio?
Pellegrinaggio è un percorso di conversione in cui l’uomo si mette in contatto con Dio. Lasciare il proprio ambiente, mettersi in cammino verso un traguardo al termine del quale non solo incontrare il Signore, ma ritrovare anche se stessi. Ecco le parole del teologo S.E. Mons. Bruno Forte su come il pellegrino deve vivere il suo cammino.
Perché fare un pellegrinaggio?
La risposta a questa domanda parte dal cuore stesso della fede cristiana: i discepoli di Gesù non credono in un Dio astratto, generico, lontano dalla vicenda umana, ma nel Dio che è entrato nella storia, che ha parlato ai santi e ai profeti e si è fatto carne nella pienezza del tempo. Il cristianesimo non è la religione della salvezza dalla storia, ma della salvezza della storia, di una salvezza cioè che passa attraverso gli eventi e le parole intimamente connessi in cui si compie l’autocomunicazione divina. Ecco perché i luoghi in cui si è svolta la storia della rivelazione sono così importanti per la fede dei Cristiani: essi fanno comprendere meglio quanto Dio ha voluto dirci di sé, aiutandoci ad entrare nel Suo linguaggio ad assaporare in profondità le Sue parole. Le pietre dei Luoghi Santi nutrono la fede dei figli di Dio (in ebraico eben = pietra richiana ben = figlio, il che consente il gioco di parole che per esempio è evocato dalla frase di Gesù in Mt 3,9: “Vi dico che Dio può far sorgere figli di Abramo da queste pietre”).
Cos'è Medjugorje
Medjugorje: dal 1981 la Regina della pace appare.
Da un quarto di secolo la Madonna, che qui si è presentata con il titolo di “Regina della Pace”, continua a mostrarsi a sei veggenti. E’ una continuità che mai si era manifestata in tutta la storia delle apparizioni “pubbliche” e che dunque carica di un significato particolare questo segno. Le apparizioni della Regina della Pace sono caratterizzate dai messaggi che, ogni giovedì, dal 1° marzo 1987 e poi ogni 25 del mese sino a oggi, la Madonna dà alla Parrocchia di Medjugorje tramite la veggente Marija, affinché vengano successivamente trasmessi in tutto il mondo. Medjugorje era, fino al 1981, un piccolo paese, il cui nome significa, in lingua slava, “fra i monti”; da un lato il Krizevac, sul quale nel 1933 era stata eretta una croce a ricordo dell’Anno Santo della redenzione, e dall’altro il Crnica, nel cui territorio si trovano la collina del Podbrdo, luogo delle prime apparizioni e la frazione di Bijakovici dove abitavano i veggenti. Il mistero si manifestò per la prima volta nel pomeriggio del 24 giugno 1981 e dopo alcuni giorni si formò il gruppo dei sei veggenti (Ivanka, Mirjana, Vicka, Ivan, Jakov e Marija, che chiesero alla luminosa figura chi fosse. Ella rispose loro di essere la “Beata Vergine Maria”. Con diverse forme le apparizioni continuano fino ai giorni nostri in quello che era uno sconosciuto villaggio, neppure presente nelle cartine della Jugoslavia comunista. Uno degli aspetti più singolari di queste apparizioni è rappresentato dalla rivelazione dei dieci segreti che la Regina della Pace ha effettuato a tre dei sei veggenti. Questi eventi saranno rivelati tre giorni prima del loro svolgimento tramite un sacerdote incaricato. I segreti segneranno il tempo nel quale il “male” verrà sconfitto e si entrerà nella dimensione del nuovo mondo di pace.Un segnale forte di speranza arriva da Medjugorje.

OFFERTA Pellegrinaggio a Lourdes da Napoli in Aereo Viaggio Religioso di 5 Giorni dal 2 al 6 Settembre 2019 da 460 €

Pellegrinaggio a Lourdes da Napoli in Aereo. Viaggio Religioso di 5 Giorni & 4 Notti dal 2 al 6 Settembre 2019. Pacchetto viaggio & Pellegrinaggio comprende volo diretto Speciale da Napoli per Lourdes Tarbes Sistemazione in Hotel 3/4 stelle in Pensione Completa Trasferimenti Assistenza Tecnica & Spirituale e Assicurazione da 460 € a persona in camera doppia

Pacchetto Pellegrinaggio a Lourdes da Napoli con Volo diretto

Categoria

Lourdes da Napoli

Offerta

Pellegrinaggio a Lourdes con volo Diretto Charter da Napoli

Pacchetto Viaggio

Volo diretto Charter da Napoli Trasferimenti Hotel Assistenza

Destinazione

Lourdes

Aeroporto di Partenza

Da Napoli Capodichino

Durata / Data

5 Giorni 4 Notti dal 2 al 6 Settembre

Hotel / Trattamento

Hotel 3/4 Stelle in Pensione Completa

Servizi Inclusi

Assistente Spirituale

Prezzo a persona

460 € Hotel 3* / 540 € Hotel 4*  + 30 € Iscrizione + 70 € Tasse Aeroportuali

La quota di partecipazione è in offerta soggetta a posti limitati per prenotazioni a partire dal 26/08/2019, non retroattive e non cumulabili.

30 € Iscrizione + 70 € Tasse Aeroportuali + Eventuale adeguamento carburante

 

Programma del Pellegrinaggio a Lourdes da Napoli con Volo diretto

1° Giorno : Napoli / Lourdes
Ritrovo dei partecipanti direttamente all’aeroporto di Napoli - Capodichino. Disbrigo delle formalità aeroportuali e partenza per Lourdes con volo diretto (NON STOP) da Napoli sull'aeroporto di Lourdes  delle ore 11:00. All’arrivo, ritiro del bagaglio, sistemazione in pullman Gran Turismo e trasferimento per Lourdes. All’arrivo in albergo, sistemazione nelle camere riservate. Subito dopo, saluto silenzioso alla Beata Vergine Immacolata presso la Grotta di Massabielle ed offerta del cero. Celebrazione Penitenziale e Santa Messa di apertura del Pellegrinaggio. Cena e pernottamento.

2°/3°/ Giorno : Permanenza a Lourdes
Pensione completa in albergo. Partecipazione alle celebrazioni liturgiche organizzate dal Santuario di Lourdes. Visite al Santuario ed alla Basilica di Lourdes; Visita guidata “sui passi di S.Bernadette”; partecipazione alla S. Messa Internazionale; Processione Eucaristica; Pia Pratica della Via Crucis; Fiaccolata; Celebrazione degli anniversari di matrimonio; Recita del S. Rosario presso la Grotta delle Apparizioni.

5° Giorno : Lourdes / Napoli
Piccola colazione in albergo. Celebrazione della Santa Messa di Chiusura del Pellegrinaggio. Saluto silenzioso alla Beata Vergine Immacolata di Lourdes presso la Grotta di Massabielle. Sistemazione in pullman e trasferimento per l’aeroporto di Lourdes-Tarbes. Partenza con volo diretto (NO STOP) per Napoli con arrivo previsto per le ore 16:00.

Operativo voli diretti Charter: Napoli / Lourdes / Napoli ( Soggetto a riconferma )

Data

Aeroporto di partenza

Orari di Partenza

Aeroporto di arrivo

Orari di Arrivo

2 Settembre

Napoli Capodichino

09:30

Lourdes

11:45

6 Settembre

Lourdes

12:40

Napoli Capodichino

14:40

Voli Per Lourdes da Napoli 
Nuovi Voli Per Lourdes da Napoli 
Dal Gennaio 2015 una nuova opportunità per tutti i pellegrini che desiderano raggiungere Lourdes dal Sud italia.
Portiamo a conoscenza di tutti i pellegrini che da Gennaio 2015 sono disponibili ( presto saranno pubblicati ) nuovi voli Charter da Napoli e Bari per poter Raggiugnere Lourdes in Aereo con volo diretto.
L'aeroporto che servirà questi nuovi voli charter per Lourdes sarà quello di Pau Pyrenees - situato a circa 50 km da Lourdes ( gli altri aeroporti sono Tarbes 25 km ; Tolosa 175 km)
Una Soluzione comoda e alternativa agli atri 2 aeroporti già operativi da molti anni e che continueranno a servire i voli dall'Italia per Lourdes.
I Nuovi Voli Charter con partenza da Napoli e Bari per Aeroporto di saranno operativi con i primi Voli dal 28 Aprile 2015 fino al 28 Agosto 2015 ed avranno una Cadenza Settimanale.
Lourdes
Lourdes in occitano Lorda, è un comune francese di 15.491 abitanti, situato nel dipartimento degli Alti Pirenei, nella regione del Midi-Pirenei.
Nel 1858 il comune di Lourdes assunse grande notorietà, in Francia e all'estero, a seguito delle apparizioni mariane di cui sarebbe stata spettatrice la giovane contadina Bernadette Soubirous, poi canonizzata. Nei decenni successivi la città divenne una delle più importanti mete di pellegrinaggi e turismo religioso ed oggi accoglie circa sei milioni di visitatori ogni anno provenienti da ogni angolo del mondo. Tale flusso ha convertito Lourdes nel secondo centro turistico di Francia, dopo Parigi, e nel terzo polo internazionale del cattolicesimo. Nel 2011 la città è divenuta anche la seconda località con più capienza alberghiera di Francia, sempre dopo Parigi.
Le apparizioni della Vergine Bernadette a Lourdes
Lourdes tra il 1890 e il 1900. Agli inizi dell'Ottocento, la città si presentava ancora come una grande borgata rurale, nonostante il sempre maggior numero di abitanti che nel primo trentennio del XIX secolo oscillava fra i 2.700 e i 3.800. Particolarmente redditizio era a Lourdes l'allevamento di maiali cui si dedicava una parte non trascurabile della popolazione. Nel 1841 la città raggiunse e superò i 4.000 residenti e si avviava a divenire un grosso centro di produzione e smercio di carni e di prodotti agricoli. Quindici anni più tardi si produssero tuttavia avvenimenti che avrebbero per sempre cambiato la fisionomia di Lourdes, che si convertì, in pochi decenni, in uno dei massimi centri mondiali del cattolicesimo e in una delle più importanti mete turistiche di Francia e del mondo. Il giorno 11 febbraio 1858, una contadinella, Bernadette Soubirous riferì di aver visto, in una grotta ai bordi del Gave de Pau una signora in bianco che si sarebbe presentata a lei come l'Immacolata Concezione. L'apparizione fu la prima di una lunga serie che ebbe termine solo il 16 luglio. Nel frattempo un numero sempre maggiore di fedeli residenti in città o provenienti dai paesi vicini iniziò a frequentare la grotta, fino a quando, per ordine delle autorità locali questa non venne chiusa con dei travi di legno. Nell'ottobre di quello stesso anno, grazie anche all'intervento dell'imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III, le barriere vennero rimosse e la grotta riaperta al pubblico. Le apparizioni della Vergine Maria a Bernadette furono formalmente riconosciute dalla Chiesa Cattolica nel 1862.
Lourdes Polo primario del cattolicesimo
Nel 1862 le apparizioni furono riconosciute ufficialmente dal vescovo di Tarbes e ancor prima della fine dell'anno iniziarono i lavori di costruzione di una cappella, incorporata alcuni anni più tardi nella basilica dell'Immacolata Concezione (basilique de l'Immaculée Conception), edificata fra il 1866 e il 1871 sopra la grotta dove Bernadette era entrata in contatto con la Vergine. Alla fine del XIX secolo si procedette alla costruzione di una seconda basilica, quella di Nostra Signora del Rosario (Nôtre Dame du Rosaire), (1883-1889) al di sotto della precedente. Nel frattempo si procedeva ad una profonda ristrutturazione urbanistica della cittadina che prese l'avvio con l'apertura del Boulevard de la Grotte (1879-1881) e con la demolizione di alcuni fabbricati pubblici e di culto considerati di scarso pregio architettonico o inadeguati, come la vecchia chiesa parrocchiale, sostituita fra gli ultimi anni dell'Ottocento e i primi del Novecento da un edificio più capiente e rappresentativo. Nel 1866 entrò in servizio una stazione ferroviaria capolinea della tratta Tarbes-Lourdes appositamente costruita per facilitare lo spostamento di fedeli dal capoluogo dipartimentale a Lourdes. Un servizio di tram dalla stazione alle basiliche fu inaugurato nel 1899. Intenso fu anche lo sviluppo delle strutture turistiche locali con la costruzione di alberghi, ristoranti e case di accoglimento per pellegrini, gestite generalmente da istutuzioni e ordini religiosi. Fra i primi grandi alberghi edificati a Lourdes ricordiamo il Grand Hotel de la Grotte (anni settanta dell'Ottocento) e il Grand Hotel Moderne (1896) entrambi in stile eclettico, tipico dell'architettura francese dell'epoca. Tale sviluppo si intensificò nei primi decenni del Novecento, traendo impulso dalla beatificazione (1925) e successiva canonizzazione (1933) di Bernadette Soubirous. Nel 1948 venne aperto, a 9 km dal centro cittadino, l'aeroporto di Tarbes-Ossun-Lourdes (oggi conosciuto come Tarbes-Lourdes-Pyrénées), ripetutamente ampliato e ristrutturato, con un traffico di passeggeri di oltre 670.000 unità nel 2008. Nel 1956 - 1957 fu edificata la terza basilica del Santuario di Lourdes, dedicata a papa Pio X e inaugurata da Angelo Giuseppe Roncalli nel marzo 1958, in occasione del centenario delle apparizioni della Vergine a Santa Bernadette. La basilica, gravemente danneggiata durante la inondazione provocata dallo straripamento del Gave de Pau nel giugno 2013, è stata riaperta al pubblico due mesi più tardi, grazie al lavoro di migliaia di volontari accorsi a Lourdes da ogni parte del mondo. Oggi si calcola che giungano annualmente a Lourdes circa sei milioni di visitatori l'anno gran parte dei quali sono pellegrini ma anche semplici turisti attratti dall'incanto della città, dalla rigogliosa natura che la circonda, dalla bellezza dei vicini Pirenei. Vengono inoltre organizzati treni speciali attraverso una apposita organizzazione internazionale, Le train blanc, per il trasporto dei malati e dei diversamente abili da varie città francesi ed estere. Tale flusso di visitatori ha da tempo convertito Lourdes nel secondo grande centro della cristianità d'Europa, dopo il Vaticano, e nella seconda città francese per numero di presenze e capienza alberghiera.
Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria in rapporto ad una delle più venerate apparizioni mariane.
Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella Signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. « Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi » Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica. Nel luogo indicato da Bernadette come teatro delle apparizioni fu posta nel 1864 una statua della Madonna. Intorno alla grotta delle apparizioni è andato nel tempo sviluppandosi un imponente santuario. Attorno al luogo di culto si è ampliato successivamente un importante movimento di pellegrini. Si calcola che oltre settecento milioni di persone abbiano visitato Lourdes.
La Chiesa e le apparizioni mariane ( Lourdes )
In generale, le apparizioni mariane sono considerate dalla Chiesa cattolica come rivelazioni private, ed esse non aggiungono nulla di nuovo e di diverso alla fede rivelata che deve essere considerata piena e completa in Cristo[4] ad opera degli apostoli. La Chiesa può dare un riconoscimento formale (che per le apparizioni di Lourdes fu dato nel 1862), a condizione che esse non contengano nulla di contrario, e nemmeno di ambiguo e di dubbio, riguardo alla fede rivelata. Tuttavia, riconosciute come tali dopo un prudente giudizio, coloro che le hanno ricevute direttamente debbono senza alcun dubbio inchinarsi con rispetto dinanzi ad esse. I teologi discutono se questa adesione debba essere in essi un atto di fede divina; l'opinione affermativa sembra più accettabile.
Il santuario ( Lourdes )
La spianata di fronte alla basilica di N.S. del Rosario
Per approfondire, vedi Santuario di Nostra Signora di Lourdes. Sono tre le basiliche principali del santuario di Lourdes; in ordine di data di costruzione e con capienza crescente vi sono: la basilica dell'Immacolata Concezione, la basilica di Nostra Signora del Rosario, posta sotto alla precedente, e la basilica di San Pio X (detta anche basilica sotterranea). La facciata della Basilica del rosario presenta dei mosaici di Marko Ivan Rupnik e del Centro Aletti, raffiguranti i Misteri della Luce. Inaugurati l'8 dicembre 2007, sono stati dedicati a Giovanni Paolo II in occasione dell'apertura del Giubileo per il 150º anniversario delle apparizioni.
Oltre alle tre basiliche, al di là del fiume, davanti alla grotta c'è la tenda e cappella dell'adorazione. La tenda è situata nel fondo della prateria. La cappella situata nella prateria, sul lato sinistro della chiesa di Santa Bernadette, ha una capienza di 130 persone circa. Il santuario di Lourdes è particolarmente associato alla speranza di ottenere guarigioni miracolose, ed è pertanto meta di un grande numero di fedeli infermi. In Italia vi sono varie associazioni di volontari, l'UNITALSI, l'OFTAL, l'A.M.A.M.I. (Associazione mariana assistenza malati d'Italia) e lo SMOM (Sovrano militare Ordine Di Malta), che organizzano il trasporto e l'assistenza degli ammalati a bordo di treni e aerei convenientemente attrezzati. Dal 1958 si svolge annualmente il Pellegrinaggio militare internazionale, che riunisce migliaia di fedeli che lavorano in "divisa" al servizio degli altri.
Processione pomeridiana degli ammalati intorno al Santuario
Secondo i credenti, per invocare la guarigione è particolarmente efficace il rito dell'immersione nelle piscine, appositamente realizzate, riempite con l'acqua che sgorga dalla sorgente presso la grotta delle apparizioni. La stessa sorgente alimenta anche le fontane, dalle quali i pellegrini bevono l'"acqua di Lourdes", riempiendone bottiglie e taniche da portare a casa.
Dal 1905 è in funzione presso il santuario il Bureau médical (ufficio medico), che raccoglie le segnalazioni di presunte guarigioni miracolose, per valutarne, attraverso successivi e accurati accertamenti, esclusivamente l'aspetto medico. Solo alla fine dell'iter medico-legale, che può durare anche anni, eventualmente e per alcuni casi, il Bureau trasmetterà il dossier al vescovo competente, per la successiva fase della valutazione canonica, che potrebbe portare (ove ce ne siano le condizioni) alla dichiarazione formale di guarigione miracolosa. A tutto il 2014 solo 69 casi di guarigione non altrimenti spiegabili sono stati riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa cattolica come «miracolosi», il più recente dei quali nel 1989.
Riguardo alle guarigioni miracolose ebbe a dire Anatole France: «Vedo tante stampelle, ma nessuna gamba di legno», riferendosi agli ex voto lasciati dai pellegrini. Émile Zola fu altresì testimone delle guarigioni di Marie Lebranchu e Marie Lemarchand, due dei miracoli poi riconosciuti ufficialmente, casi che il dottor Boissarie, a capo del Bureau médical, presentò allo scrittore. Tuttavia Zola scrisse poi un libro scettico su Lourdes, nel quale tra gli altri fece riferimento, con altro nome, ai casi della due donne, facendole però morire nel racconto. La distorsione degli eventi fu denunciata pubblicamente da Boissarie. Secondo la Chiesa, i miracoli e le guarigioni sono segni della provvidenza divina, funzionali alla conversione e alla fede, e non alla semplice risoluzione di problemi di salute.

Attività Religiose a Lourdes
PROCESSIONE MARIANA (Da marzo ad ottobre tutti i giorni alle ore 21.00)

La processione della sera dura circa un’ora e mezza, parte dalla Grotta e termina sull’Esplanade della Basilica Notre-Dame du Rosaire. Ciascuno è invitato a portare un cero per ricordare il proprio battesimo. Al termine della processione i sacerdoti e i vescovi daranno la benedizione.
ULTIMA MESSA DELLA GIORNATA ALLA GROTTA (Da marzo ad ottobre tutti i giorni alle ore 23.00)

L’ultima messa della giornata è celebrata alla Santa Grotta mettendo particolarmente in risalto tutte le intenzioni formulate o inviate in quel giorno. Secondo l’opportunità, si potrà utilizzare per la celebrazione diverse lingue.
PROCESSIONE EUCARISTICA (Da aprile ad ottobre tutti i giorni alle ore 17.00)

Parte dal grande Podium della prateria e arriva alla Basilica di San Pio X. Dura circa un’ora. Nei giorni di pioggia o di gran calore, tutta la celebrazione si svolge dentro la Basilica stessa.
MESSA INTERNAZIONALE (Da aprile ad ottobre tutti i mercoledi e le domeniche alle ore 9.30)

Dura circa un’ora e 45 e si svolge nella Basilica San Pio X.
MESSA IN ITALIANO (Tutti i giorni, generalmente alle 10.00) Nella cripta tutti i giorni per i pellegrini italiani.
SANTO ROSARIO (Tutti i giorni dell’anno alle ore 15.30)

Si svolge alla Grotta da aprile ad ottobre e alla Cripta da novembre a marzo e viene trasmesso per radio su 90.6.. Dopo la recita, presentandosi alla sacrestia delle Grotta, possibilità della benedizione dei bambini e delle famiglie.
VIA CRUCIS (Tutti i giorni in vari orari)

Si svolge sulla montagna nell’immediata prossimità del Santuario, la Via Crucis delle Spelonche (Espélugues) è una vera opera d'arte che si snoda lungo i suoi 1.500 metri, 15 stazioni decorate di 115 personaggi in ghisa di ferro patinato. Per i malati, la Via Crucis, si svolge nella Prateria.
ADORAZIONE (Tutti i giorni in vari orari)

E’ il tempo di silenzio davanti al Santissimo Sacramento, l’Ostia consacrata, durante il quale i credenti adorano la presenza reale di Cristo. Si può fare nel Santuario, nella grande tenda che si trova nella prateria, nella Cappella apposita a fianco della chiesa di Santa Bernardetta, e durante la processione eucaristica.
BAGNO ALLE PISCINE (Tutti i giorni 9.00-11.00 / 14.30-16,00, domenica chiuso al mattino)

Le piscine del Santuario sono semplici vasche dove i pellegrini si immergono rispondendo all’invito della Madonna: “Andate a bere alla sorgente e lavatevi”. Le piscine sono alimentate dalla stessa acqua che sgorga dalla sorgente della Grotta. Non è richiesto nessun costume da bagno particolare: vi sarà fornito l’occorrente per preservare la vostra intimità.
CONFESSIONI (Tutti i giorni)

Tutti i giorni nelle lingue usuali del Santuario e si svolgono nella Cappella della Riconciliazione posta vicino alla statua dell’Incoronata.
ACCESSO AL SANTUARIO (Sempre, giorno e notte)

Le grandi porte del Santuario si aprono alle 5.30, ma è sempre possibile entrarvi 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno, attraverso un piccolo passaggio situato di fronte alla Casa dei Cappellani. Un breve sentiero a tornanti scende fino alla Grotta.

Page 1 of 119