Print this page

Pellegrinaggio a Assisi e Cascia partenza da Olbia dal 24 al 29 Settembre 2020 da 479 €

Assisi e Cascia da Olbia
Pellegrinaggi a Assisi e  Cascia da Olbia. Viaggio Organizzato di 5 Giorni & 4 Notti dal 24 al 29 Settembre 2020. Pacchetto viaggio & pellegrinaggio comprendeNave Olbia - Civitavecchia andata/ritorno; Pullman GT a disposizione per tutto il tour come da programma Sistemazione in Hotel 3 stelle in pensione completa con bevande Trasferimenti Visite guidate ad Assisi Assistenza e Assicurazione da 479 € a persona in camera doppia


Pacchetto Pellegrinaggio a Assisi e Cascia da Olbia

Categoria

Cascia  dalla Sardegna

Offerta

Pellegrinaggi a Assisi e Cascia da Olbia

Pacchetto Viaggio

Volo di Linea Trasferimenti Tour Pellegrinaggio Visite

Destinazione

Assisi e Cascia 

Partenza da

Da Olbia

Durata / Data

6 Giorni & 5 Notti dal 24 al 29 Settembre 2020

Servizi Inclusi

Guida Turistica + Accompagnatore dell'Agenzia

Prezzo a persona

479 € + 20 € Iscrizione 

     Programma del Viaggio 

24/09/2020 – Giovedì: Olbia – Civitavecchia
Incontro dei signori partecipanti al porto di Olbia alle ore 20:30 per le procedure di imbarco, assegnazione delle cabine, in seguito partenza notturna per Civitavecchia alle ore 22:30. Cena libera. Pernottamento in nave.


25/09/2020 – Venerdì: Cascia (170 km)
Arrivo a Civitavecchia alle ore 06:30. Dopo lo sbarco sistemazione sul bus e partenza per Cascia, città legata a Santa Rita. Qui si può visitare il Monastero di clausura, il luogo storico dove Santa Rita visse 40 anni come monaca agostiniana. Oggi, come ieri, le monache agostiniane esprimono la propria consacrazione a Dio attraverso il silenzio, la preghiera e un quotidiano servizio al prossimo. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere e pranzo. Nel pomeriggio tempo a disposizione per attività spirituali o visita della cittadina. Nel complesso del Monastero è possibile visitare il Chiostro, uno dei luoghi dove Santa Rita è vissuta. La tradizione racconta che la superiora chiede a Rita, appena novizia, di innaffiare uno sterpo secco in giardino. Rita obbedisce umilmente, attingendo l’acqua dal pozzo. Così, un giorno, Dio trasforma lo sterpo secco in una vite rigogliosa. In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.


26/09/2020 – Sabato: Cascia – Assisi (86 km)
Prima colazione in hotel e disimpegno delle camere. Sistemazione sul pullman e partenza per Assisi. Bellissima città medioevale, rimasta intatta per secoli e ancora protetta da una poderosa cinta muraria, fu costruita sullo sperone occidentale del Monte Subasio. La viabilità è proprio quella di una cittadina medioevale arroccata alle pendici di un monte. È conosciuta in tutto il mondo grazie al suo figlio prediletto: San Francesco. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere e pranzo. Nel pomeriggio tempo a disposizione per attività individuali di preghiera oppure visita della cittadina, che da Piazza Santa Chiara si può percorrere a piedi le vie della cittadina, luoghi quotidiani del giovane Francesco. Nella Basilica di Santa Chiara è custodito il crocifisso di San Damiano. In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.


27/09/2020 – Domenica: Assisi
Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alle attività spirituali oppure proseguimento della scoperta dei luoghi cari a San Francesco e Santa Chiara. La citta di Assisi in Umbria conserva gelosamente intatta la sua struttura medievale, anche se nei vicoli, nelle piazzee nei monumenti, spuntano qua e là i resti romani. Il perimetro delle mura è di circa cinque chilometri. La funzione dei vicoli, diritti e a perpendicolo, era quella di far raggiungere velocemente le mura in caso di un improvviso assalto. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio tempo a disposizione per le attività spirituali. In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.


28/09/2020 – Lunedì: Assisi – Civitavecchia
Prima colazione in hotel e disimpegno delle camere. Tempo a disposizione per attività individuali. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio sistemazione sul bus e partenza per Civitavecchia. Cena libera. Imbarco, assegnazione delle cabine e pernottamento in nave.


29/09/2020 – Martedì: Olbia
Arrivo al porto di Olbia alle 06:30. Sbarco e Fine dei nostri servizi.


IL PROGRAMMA POTREBBE SUBIRE VARIAZIONI PER ESIGENZE ORGANIZZATIVE

 

Costo a persona in camera doppia e cabina (minimo 30 partecipanti) 
 
 
 
La Storia di San Francesco d'Assisi
San Francesco d'Assisi nacque ad Assisi nel 1182 ca. e morì nel 1226. Giovanni Francesco Bernardone, figlio di un ricco mercante di stoffe, istruito in latino, in francese, e nella lingua e letteratura provenzale, condusse da giovane una vita spensierata e mondana; partecipò alla guerra tra Assisi e Perugia, e venne tenuto prigioniero per più di un anno, durante il quale patì per una grave malattia che lo avrebbe indotto a mutare radicalmente lo stile di vita: tornato ad Assisi nel 1205, Francesco si dedicò infatti a opere di carità tra i lebbrosi e cominciò a impegnarsi nel restauro di edifici di culto in rovina, dopo aver avuto una visione di san Damiano d'Assisi che gli ordinava di restaurare la chiesa a lui dedicata. Il padre di Francesco, adirato per i mutamenti nella personalità del figlio e per le sue cospicue offerte, lo diseredò; Francesco si spogliò allora dei suoi ricchi abiti dinanzi al vescovo di Assisi, eletto da Francesco arbitro della loro controversia. Dedicò i tre anni seguenti alla cura dei poveri e dei lebbrosi nei boschi del monte Subasio. Nella cappella di Santa Maria degli Angeli, nel 1208, un giorno, durante la Messa, ricevette l'invito a uscire nel mondo e, secondo il testo del Vangelo di Matteo (10:5-14), a privarsi di tutto per fare del bene ovunque.
Tornato ad Assisi l'anno stesso, Francesco iniziò la sua predicazione, raggruppando intorno a sé dodici seguaci che divennero i primi confratelli del suo ordine (poi denominato primo ordine) ed elessero Francesco loro superiore, scegliendo la loro prima sede nella chiesetta della Porziuncola. Nel 1210 l'ordine venne riconosciuto da papa Innocenzo III; nel 1212 anche Chiara d'Assisi prese l'abito monastico, istituendo il secondo ordine francescano, detto delle clarisse. Intorno al 1212, dopo aver predicato in varie regioni italiane, Francesco partì per la Terra Santa, ma un naufragio lo costrinse a tornare, e altri problemi gli impedirono di diffondere la sua opera missionaria in Spagna, dove intendeva fare proseliti tra i mori.
Il Messaggio di Santa Rita da Cascia
Fermandosi a Cascia, il pellegrino incontra e scopre Santa Rita da Cascia e il suo messaggio di dialogo e di pace. Da ogni parte del mondo, i pellegrini arrivano in questo piccolo borgo, cuore pulsante di spiritualità agostiniana. Vieni anche tu a scoprire il Santuario Santa Rita da Cascia. Santa Rita da Cascia, con la sua semplicità, ha conquistato milioni di devoti in tutto il mondo, tutti coloro che cercano una strada per affrontare la vita quotidiana nel rispetto delle virtù cristiane. Santa Rita ha tramandato il suo messaggio senza mai scrivere niente, ma usando l’esempio concreto del vivere quotidiano fatto di rispetto verso l’altro e verso il creato.
Le testimonianze dei miracoli accaduti per sua intercessione sono talmente numerose, che è stata proclamata dal popolo di fedeli “santa dei casi impossibili” (o santa degli impossibili), in quanto, così come Rita ci ha insegnato, se ci si affida a Dio, tutto può accadere. Questa piccola, grande donna ha lasciato tracce di numerose opere miracolose sia in vita, che dopo la morte. Guarigioni che sembrano inspiegabili. Migliaia, sono le testimonianze di grazie ricevute che ogni anno arrivano in monastero.
Donna del dialogo e della riconciliazione, Santa Rita si rivolge a tutti: ai cristiani nel mondo, ma anche alle persone che hanno un credo religioso diverso da quello cristiano.
La strada che Santa Rita ti suggerisce è fatta di umiltà, sacrificio, ascolto dell’altro e ricerca del dialogo. Non è semplice, ma è l’unica strada che ci avvicina a Dio e rende tutto realizzabile.
Il suo esempio di semplicità e fede in Dio arriva a te, oggi, sopra il tempo e lo spazio, per ricordarti che la pace si raggiunge solo costruendola sul dialogo.
Per te che sei Donna
Come donna, Santa Rita è esempio di libertà.
Essere libere significa essere se stesse, difendere la propria dignità e quella di chi è più debole.
Essere libera implica una ricerca dell’interiorità, perché le cose materiali possono facilmente sedurre il cuore e renderlo schiavo.
Essere libera vuole dire donarsi agli altri, perché solo chi perde la sua vita per amore la trova veramente.
Per te che sei Sposato
Come sposa, Santa Rita è esempio di fedeltà.
Essere fedele nel matrimonio richiede la capacità di perdonare, perché chi ha sbagliato può essere aiutato solo se non viene condannato.
Per te che sei Genitore
Come madre, Santa Rita è esempio di apertura.
Essere aperto significa mantenere la coerenza con se stessi, per educare dando prima di tutto il proprio esempio.
Essere aperto vuole dire dare fiducia ai propri figli, evitando di cadere in paure egoistiche.
Essere aperto implica aprirsi a Dio, per costruire la propria famiglia sulla roccia.
Per te che sei Figlio
Come figlia, Santa Rita è esempio di generosità.
Essere generoso rappresenta il primo passo per superare la logica dell’odio e della violenza.
Essere generoso significa coltivare la fiducia nel futuro, perché Dio ci ama e non ci lascia soli.
Essere generoso implica umiltà, perché solo chi è umile può costruire grandi cose.
Per te che sei Soffri
Come stigmatizzata, Santa Rita è esempio di forza.
Essere forte vuole dire avvicinarsi a Dio crocifisso, portare la propria croce insieme a Gesù, perché solo nella sofferenza si trova la via che porta alla salvezza.
Per te che sei consacrato
Come consacrata, Santa Rita è esempio di comunione.
Essere in comunione significa vivere nella gioia di donare tutto a chi vale più del centuplo, Gesù Signore.
Essere in comunione vuole dire tendere a Cristo, abbattendo le divisioni.
Essere in comunione comporta il raggiungimento della pace universale, per essere tutti, sempre e comunque, fratelli e sorelle, figli e figlie di Dio.
Essere forte significa avere compassione, per soffrire con chi soffre e soccorrere ogni dolore.
Il Giubileo della Misericordia 2016
L'annuncio di Papa Francesco
Il papa ha fatto l'annuncio nel corso di una funzione religiosa:
« Cari fratelli e sorelle, ho pensato spesso a come la Chiesa possa rendere più evidente la sua missione di essere testimone della Misericordia. È un cammino che inizia con una conversione spirituale. Per questo ho deciso di indire un Giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio. Questo Anno Santo inizierà nella prossima solennità dell'Immacolata Concezione e si concluderà il 20 novembre del 2016, domenica di Nostro Signore Gesù Cristo, re dell'universo e volto vivo della misericordia del Padre. Affido l'organizzazione di questo Giubileo al Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, perché possa animarlo come una nuova tappa del cammino della Chiesa nella sua missione di portare a ogni persona il vangelo della Misericordia.»

Additional Info

  • L'offerta Comprende:


    - Nave Olbia - Civitavecchia andata/ritorno;
    - Pullman GT a disposizione per tutto il tour come da programma;
    - Sistemazione in hotel 4* a Cascia in trattamento di pensione completa;
    - Sistemazione in Hotel 3 *** ad Assisi in trattamento di pensione completa ;
    - Assicurazione medico-bagaglio;

  • L'offerta non comprende:

     

    - Quota apertura pratica € 20,00
    - Supplemento camera singola in hotel;
    - Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco;
    - Mance, extra e quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”,
    - Assicurazione Annullamento Viaggio.

  • Supplementi e Riduzioni:



  • Semaforo: nessuno

Richiesta Informazioni offerta n° 1120

Compila questo modulo per essere ricontattato e ricevere maggiori dettagli e informazioni su questa offerta. Ti invitiamo a compilare tutti i campi richiesti.


Nome e Cognome*
Campo compilato erroneamente o vuoto.

Indirizzo E-mail*
Campo compilato erroneamente o vuoto.

Telefono*
Campo compilato erroneamente o vuoto.

Numero Persone*
Campo compilato erroneamente o vuoto.

Data di Partenza*
Campo compilato erroneamente o vuoto.

Commento
Campo compilato erroneamente o vuoto.

Cliccando sul bottone "Invia Richiesta" accetto il trattamento dei miei dati personali secondo le normative vigenti in materia di privacy così come il regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD, in inglese GDPR, General Data Protection Regulation- Regolamento UE 2016/679)
Nota Bene.
Per inviare la richiesta è necessario cliccare nel sottostante box di verifica.